Uccise a coltellate 25enne bresciana, marocchino assolto: “Era incapace di intendere e volere”

26 Mag 2018 13:58 - di Davide Ventola

Il gup del tribunale di Brescia ha prosciolto perché «incapace di intendere e volere» Abderrhaim El Mouckhtari, il 54enne marocchino che a febbraio di un anno fa uccise a coltellate la sua terapista per la riabilitazione psichiatrica.

Un attacco d’ira del marocchino, senza motivo

L’uomo, con problemi psichici, viveva in un bilocale all’interno della cascina ed è qui che è avvenuto il delitto. Per motivi ancora da stabilire, tra l’ospite e la volontaria ci sarebbe stata una lite «per futili motivi», spiegano gli investigatori. L’uomo, in un attacco d’ira, ha afferrato un coltello in cucina e ha colpito la giovane, lasciandola senza vita. Quindi è andato in strada dove, in stato di choc, è stato bloccato da una pattuglia della Polizia locale.

Nadia fu uccisa con dieci coltellate

La vittima si chiamava Nadia Pulvirenti, aveva 25 anni ed era operatrice della comunità da due anni. La giovane era impiegata come terapista della Riabilitazione psichiatrica all’interno della struttura Cascina Clarabella. Il marocchino, che ha un regolare permesso di soggiorno, era ricoverato da tempo per i suoi problemi psichici.

Riconosciuta la pericolosità sociale del killer marocchino

Durante il processo gli avvocati della difesa hanno sempre fatto leva sulla salute mentale dello stesso magrebino, e alla fine il giudice ha deciso di non rinchiudere in un carcere l’omicida, bensì di mandarlo in una struttura protetta. Il maghrebino, per la sua pericolosità sociale, dovrà soggiornare per dieci anni in una Rems, struttura che ha preso il posto dell’ospedale psichiatrico giudiziario.  

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

  • Marcello 4 Gennaio 2020

    E che ci vogliamo fare . Alcuni italiani sono molto comprensivi tanto non si tratta dei loro cari o amici loro. Siamo italiani di un certo tipo. Purtroppo.

  • Lucia 30 Dicembre 2019

    Innanzitutto non bisogna mai andare da soli a casa degli psichiatrici ma sempre in affiancamento. Quindi questa è responsabilità della struttura per la quale prestava servizio….ma da qui ad assolvere un assassino omicida…bisognerebbe mandarli nel loro paese di origine perché già bastano i nostri da curare…

  • luigi 18 Dicembre 2019

    poverino, e se la ragazza fosse stata la figlia del giudice? ci avra’ mai pensato??

  • Gennaro La Marca 16 Dicembre 2019

    Non so chi è più cialtrone l’avvocato difensore o il giudice

  • MARTEL 9 Dicembre 2019

    I MINISTRI DELLA GIUSTIZIA E DEL’INTERNO ITALIANO DEVONO ANDARE PRENDERE LEZIONI DA LORO “CONFRATELLI” ALGERINI O MAROCHINI…… SI CHE LORO CONOSCONO IL LORO PROPIO POPOLO E SANNO COMME GESTIRLI…… CON IL PUGNO DI FERRO E IL MANGANELLO A “MESCI BISEF” (A VOLONTAAAAAAA).

  • Mariateresa 1 Settembre 2019

    Se io uccidessi lui che non serve a niente prenderei l ergastolo…lui invece e protetto?

  • 10 Agosto 2019

    Rimandatelo in Marocco nelle loro strutture.
    Altri ci penseranno 2 volte prima di compiere qualche crimine.

  • Bruno 6 Agosto 2019

    A questo bisogna sparargli un colpo in testa, non metterlo in una struttura protetta. Brutto bastardo.

  • Luca Botti 6 Agosto 2019

    Paolo prendiamo ad esempio il più infame dei reati lo stupro: pur essendo solo l’8,5% gli stranieri (con gli sfaticati che si ciondolano e spacciano arriviamo al 9%), il 40% di questi reati è commesso da loro. Ma anche questo dato è assolutamente spurio e ingiusto nei confronti della stragrande maggioranza di stranieri regolari che qui risiedono con famiglie figli lavorando e pagando le tasse. Ne consegue che la maggior parte di questi reati sono commessi da questi sfaticati arrivati in barcone oppure da chi non segue nessun principio di civile vivere comune.
    Le mafie non c’entrano una cippazza di niente con la microcriminalità, semmai questi barconisti vanno ad ingrossare le fila di coloro di cui la mafia si serve. In tutto questi ragionamenti, l’unica parola che non c’entra una cippazza di niente è RAZZISMO, perché non si sta facendo un distinguo di etnie ma di censo, di condizione sociale. Solo degli storditi come voi sinistrati potere guardare il dito della razza e non la luna delle condizioni in cui sono costretti a vivere questi già di per sé popolazioni che non hanno una cultura del lavoro e del rispetto delle donne per esempio esemplari anche ai loro paesi. La differenza è che ai loro paesi chi compie un reato del genere è tanto se rimane in vita, noi invece diciamo che è PAZZO non che è un ASSASSINO MALEDETTO DA FAR MARCIRE IN CARCERE. Voi sinistrati mi ricordate sempre più quella scenetta in cui Totò racconta di essere preso a schiaffi da uno che lo chiama PASQUALE, ma non chiamandosi lui PASQUALE NON SE NE PREOCCUPA. Voi non vi chiamate Pasquale, cioè non siete italiani e vi sembra di non prendere gli schiaffi, ma noi che ci chiamiamo e ci riconosciamo in Pasquale li schiaffi li prendiamo e li sentiamo.

  • Paolo 28 Luglio 2018

    Perchè non parliamo un pò anche dei delinquenti italiani, che in rapporto alle presente e quindi in percentiuale sono molti di più rispetto agli stanieri? Mafia, frodi agli anziani, assassini e elenco all’infinito…………ma voi tutti siete razzisti nell’animo, quindi zozzi e sporchi. Ricordate che cacate merde com e tutti gli altri. Anzi riflettete sul fatto che bisogna avere qualcosa che non quadra per non riuascire a capoire gli altri e le culture diverse. E’ felice chi ama. Muore di crepacuore chi sta sempre a cercare alibi per la propria inferiorità mentale!

    • Umbertone 29 Luglio 2018

      carissimo Paolo….pur essendo il 5% della popolazione, gli extracomunitari occupano le galere per un 30/40 %….diciamo che percentualmente delinquono 5 volte più degli autoctoni……..fatti due conti e datti una risposta….

      • Aldebaran 3 Agosto 2018

        Bravo Umbertone! In effetti, la popolazione straniera è circa il 10% di quella Italiana. I reati commessi, complessivamente, a tutto il 2017 sono circa 900.000 di cui circa 300.000 commessi dagli stranieri. Ciò significa che su 60 milioni di Italiani, si hanno 700 mila reati, pari a all’1,2%. Su 6 milioni di stranieri, si hanno 300 mila reati, pari al 5%. Questo tal Paolo, oltre ad avere manifestato la sua ignoranza, in fatto di statistiche, ha voluto a tutti costi riempire di contenuti il commento con gli slogan-insulti democratici che gli hanno insegnato coloro che lo hanno indottrinato. Buona vita e Felice morte!

    • Anastasia Arlotti 3 Agosto 2018

      Non caro Paolo, ammesso che ti chiami veramente così, perchè da quello che scrivi sembri marocchino anche tu. E’ troppo comodo dare dei razzisti alle persone che s’indignano per un verdetto tanto ingiusto. cosa centra il razzismo? Saremmo indignati anche se l’omicida fosse stato italiano o forse per non sembrare razzisti dovremmo approvare qualunque sentenza?

    • Lampada 5 Agosto 2018

      Genio !!! Siamo in Italia !!! Per forza ci sono più italiani a commettere reati !!!

    • Tomaso 9 Agosto 2018

      Paolo, scommetto che sei un PiDiota.

  • Lucia 24 Luglio 2018

    Rimandatelo nel suo paese vedrete che se ucide quslcuno lo fanno fuori loro tanto cose serve a tenerlo
    In vita se e pazzo e solo un pericolo e puo uccidereancora. Se era la figlia del magistrato o giudice invece li avrebbe pppagato! Che schiffo

  • vito 23 Luglio 2018

    Se Nessuno paga mai, ovvio che tutti delinquano sempre! Quindi di chi e’ la colpa ,delal nomea di terra far west che ha la penisola italiana ?!

  • Antonio 22 Luglio 2018

    Chissà perchè negli Stati Uniti criminali come questi vengono giustiziati.

    • Rossella mazzucchelli 23 Luglio 2018

      Rimandare al proprio paese.
      Questo esce tra 5 anni perché riabilitato e ci risiamo.
      Fai un atto del genere nel loro paese

  • Gianfranco 22 Luglio 2018

    Una vergogna immane, un magistratura da vergogna, che schifo!

  • fedecfede 20 Giugno 2018

    Razzisti!!!!!!! Là sua è solo cultura diversa dalla nostra !!!!! Non è un assassino di m**** .ha solo una cultura diversa

    • Alberto Billi 6 Agosto 2018

      E vero loro come dice Maometto hanno il dovere di uccidere gli infedeli tutti ed in particolare modo gli sciiti perché sacrileghi, noi cristiani e gli ebrei anche monoteisti ma non votati ad Hallah ed al suo profeta Maometto!

  • Claudio Dai Pre' 16 Giugno 2018

    Spero in uno scatto d’ira di qualche famigliare della ragazza….!!!!

  • francesco fares 15 Giugno 2018

    chi ha pagato gli avvocati del marocchino assassino?

  • Flavio 28 Maggio 2018

    Qui ci stanno spingendo a farci giustizia da soli……….: Pensate che ha me, a Marzo un nigeriano mi ferma per strada è battendomi la mano sul petto e mi ha detto; dammi i soldi vecchio…… dammi i soldi…………….non vado oltre mi fermo qui…

    • 22 Luglio 2018

      l’HA DENUNCIATO IL FATTO?

  • Rocky 28 Maggio 2018

    Fra questi sottosviluppati terzomondisti, chissà quanti ce ne sono di “incapaci di intendere e di volere”. In che modo ne abbiano cura nei loro paesi, lo sappiamo bene. E dobbiamo per forza sobbarcarceli noi, tutti quanti? Ma dài…

    • Sandro 16 Giugno 2018

      Grave molto grave . Lo sapresti riconoscere? Io ho lo spray al peperoncino in tasca …

  • Giovanni cieol 28 Maggio 2018

    In un paese dove si assassina vigliaccamente, un parlamentare di uno stato sovrano, appendendolo poi per i piedi. Di chi sto parlando? Dell’onorevole Benito Mussolini, voi pretendete che qui in Italia una donna o comunque un italiano venga rispettato dopo la morte,con almeno una sentenza giudiziaria equa. Forse in un’altra vita.Non in questa.

  • Roberto 28 Maggio 2018

    Ma non solo i carcerati marocchi ci dobbiamo tenere? Ma pure i malati di mente? Perché non rispedirlo al mittente.

  • sergiuslictor 27 Maggio 2018

    Poverino, ma era incapace di intendere e volere…: ma le 10 coltellate 10 avrà voluto dargliele o è stato un caso?

  • francesco 27 Maggio 2018

    forse non conosceva la lingua e parlava altra lingue, imparassero una volta buona l’italiano e rispettassero le nostre regole, non le loro per le quali amzzano le figlie e le sotterrano nell’orto.

  • stefano 27 Maggio 2018

    magari non so dopo un lungo viaggio in barcone il poveretto ha perso la ragione, mi auguro che la prossima vittima sia un magistrato o una qualche sua figlia sarei curioso di risentire la sentenza. (certo che siamo proprio un paese di m****) grazie a certi signori….

  • Gianni 27 Maggio 2018

    LEGATELO MANDATELO IN MANICOMIO IL GIUDICE ?

  • Sabino Gallo 27 Maggio 2018

    Abbiamo i nostri pazzi e sono sufficienti. Aggiungerne altri finisce male !
    Il problema è diventato grave ! La paura sollecita l’ira!

  • amerigo 27 Maggio 2018

    Così, adesso dovremo sobbarcarci anche il manicomio per l’assassino . . .Rimpatriare, no? Immagino i sentimenti dei familiari della vittima, ma, lo sappiamo, ” l’accoglienza” passa avanti a tutto il resto. Per favore, boldrini & kompagni, in questo caso non parlerei di femminicidio, semmai di eccesso di incazzatura da parte della “risorsa”, mi sembra che suoni meglio. . .

  • Aldo Barbaro 27 Maggio 2018

    Nel suo paese d’origine la condanna sarebbe stata ben diversa! Evviva il buonismo italiano!

  • eleonora ferrari 27 Maggio 2018

    che meraviglia . allora a quedsto punto siamo tutti incapaci di intendere e volere e possiamo ammazzare i magistrati . grazie magistrato ci hai dato una idea meravigliosa , e… niente scorta vero , non fare il vile

  • ADRIANO AGOSTINI 27 Maggio 2018

    Salvini pensaci tu quando sarai ministro degli interni.

  • rocco 27 Maggio 2018

    ma questo energumeno quando uscirà sarà ancora peggio di adesso, rispeditelo a casa sua. leggi troppo buoniste garantiscono solo assassini, ladri e stupratori. uno stato allo sbando e contro gli onesti.

  • Giusepoe 27 Maggio 2018

    Leggi fatte x Difendere gli Extracomunitari ….VERGOGNATEVI

  • eddie.adofol 27 Maggio 2018

    bisogna cominciare a distruggere certe leggi a favore dei stranieri clandestini in Italia e, se così non fosse allora giudichiamo questi giudici maledetti e, facciamo pagare a loro in soldoni le vittime di questi clandestini barbari. BRUTTA ITALIA.

  • giulio 27 Maggio 2018

    Nel cosiddetto “contratto” c’è una riga affinché casi come questo non si ripetano? O l’unico obiettivo è mettere in gabbia Berlusconi? Salvini ha completamente calato le braghe di fronte alla malagiustizia?

  • pietro meucci 27 Maggio 2018

    Oh Benito.. Benito…, quanto ci manchi !

  • John C 26 Maggio 2018

    La prossima volta la buonista ci ripensa. Solo che purtroppo per lei non ci sara’ una prossima volta.

  • SUGERITI DA TABOOLA