I farmaci più costosi? Quelli che curano le malattie genetiche. Ecco quali sono

7 Mag 2018 13:01 - di Redazione

Prosegue il dibattito sul costo dei farmaci, alimentato dall’arrivo di un numero sempre maggiore di nuove terapie geniche, dalla straordinaria efficacia ma dal prezzo esorbitante che in molti casi sfiora il milione di dollari a paziente. Il sito americano Health24 riporta alcuni dei medicinali che attualmente risultano più costosi, con una sorta di ‘classifica’, soggetta però a tutte le fluttuazioni del caso e spesso non applicabile a Paesi come l’Italia, dal sistema assai diverso. Secondo la Federazione internazionale dei piani sanitari, c’è una grande variazione fra costi sanitari in tutto il mondo e i prezzi dei farmaci negli Stati Uniti rimangono considerevolmente più alti che altrove. Gli Usa restano comunque il mercato di riferimento, ed ecco i 5 prodotti ‘most expensive’.

Il primo in classifica risulta Luxturna, terapia genica contro la cecità, che costa 850 mila dollari. Segue Glybera: approvato per la prima volta nell’ottobre 2012 per la malattia da deficit di lipoproteina lipasi, una rara patologia genetica che sconvolge il normale metabolismo dei grassi nel corpo, non è mai stato approvato negli Stati Uniti, ma sarebbe costato più di 1,2 milioni di dollari all’anno. E’ stato invece ritirato dal commercio in Europa dal produttore proprio per il costo troppo alto. Nella lista c’è poi Soliris costa ai pazienti americani fino a 700 mila dollari l’anno ed è usato per trattare l’emoglobinuria parossistica notturna, che colpisce solo 8 mila persone nel mondo. La malattia distrugge i globuli rossi, causando ai pazienti affetti infezioni, anemia e coaguli di sangue. Ancora, Elaprase: un trattamento per la sindrome di Hunter, una condizione rara che colpisce solo 500 persone negli Stati Uniti. La malattia è anche nota come mucopolisaccaridosi di tipo II e si verifica quasi esclusivamente nei maschi. Naglazyme costa più di 365mila dollari ed è usato per trattare la sindrome di Maroteaux-Lamy, una rara malattia genetica che coinvolge l’accumulo di carboidrati complessi nel corpo. Infine Cinryze, un trattamento per l’angioedema che colpisce solo una persona su 50 mila in America. Il costo è di circa 350 mila dollari all’anno.

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SUGERITI DA TABOOLA