Dodicenni spezzano le costole a un loro compagno di classe

27 Mag 2018 12:19 - di Redazione

Un triste e nuovo caso di bullismo. Dodici anni sono veramente pochi per covare una carica di violenza e disprezzo tale verso chiunque, soprattutto se coetaneo. A dodici anni vedersi rompere una costola per un atto di bullismo e per di più da due compagni di classe è ancora più triste. La vicenda arriva da Pezze di Greco,  frazione di Fasano in provincia di Brindisi, dove un ragazzo è stato selvaggiamente picchiato in due diverse occasioni a distanza di pochi minuti l’una dall’altra, come ha ricostruito il Mattino

Un ennesimo atto di bullismo denunciato ai carabinieri della Stazione di Pezze di Greco dalla mamma di un bambino di 12 anni. Quest’ultimo, insieme ad altri suoi tre amichetti, in pieno pomeriggio, era in strada a giocare. “Poco dopo sono arrivati altri due adolescenti, uno dei quali precedentemente invitato per l’incontro ludico. L’altro, invece, è stato invitato ad andare via. Una banale lite tra ragazzini dunque. Ma “l’indesiderato” è andato su tutte le furie ed individuata, a suo modo di pensare, in uno degli altri ragazzi la causa scatenante del suo allontanamento si è avvicinato a questi e lo ha colpito, alle spalle, con un violentissimo pugno all’altezza del costato destro”, leggiamo. Il 12enne è stramazzato a terra con gravi problemi respiratori, mentre il ragazzino violento, resosi evidentemente conto della gravità del suo gesto, si è allontanato.
 
Ma le violenze non sono finite qui. “Dopo qualche minuto il ragazzo colpito si è ripreso e insieme agli altri amici si è recato in una villetta alla periferia della frazione. Sfortunatamente qui si è ritrovato davanti nuovamente l’adolescente il quale era anche supportato da un altro ragazzo, anche questo compagno di classe della vittima”. I due hanno cominciato ad offendere il loro coetaneo e quando questi ha tentato una reazione verbale ecco che è stato colpito da una raffica di pugni dal secondo ragazzino.
Uno dei colpi, sfortunatamente, ha centrato lo stesso punto del costato già colpito, determinando una seconda caduta a terra. Solo l’intervento di due ragazzi più grandi ha evitato il peggio.

La madre del ragazzo ha cercato un confronto con le famiglie dei due ragazzini, ricevendo in cambio solo altre intimidazioni.  La stessa sera, la donna si è vista arrivare in casa i due nuclei familiari dei ragazzi che non solo non avevano intenzione di scusarsi ma che, anzi, hanno cercato di intimidirla e di offenderla. Il figlio è in ospedale dove i sanitari hanno riscontrato un “trauma contusivo all’emitorace destro con frattura della nona costola”.  Della questione è stato messo al corrente, sempre dalla mamma del 12enne ferito, anche il dirigente della scuola frequentata da tutti i ragazzi protagonisti della vicenda che potrebbe avere serie ripercussioni a livello legale.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SUGERITI DA TABOOLA