Direzione Pd, i numeri di Renzi non sono più tanto sicuri

2 Mag 2018 17:34 - di Redazione

Acque agitate nel Pd alla vigilia della direzione. I renziani promuovono un documento per evitare la conta sul dialogo con M5S ma i non renziani parrebbero pronti a chiedere un voto sul sostegno al segretario reggente fino all’Assemblea.   Al momento sarebbero state raccolte le firme di 77 deputati su 105 e 39 senatori su 52. Tra i firmatari anche i capigruppo Graziano Delrio e Andrea Marcucci.  Gli equilibri interni del Pd appaiono però più instabili del previsto. Come testimonia anche il deputato dem Roberto Giachetti, che questa mattina ad Agorà ha detto: «Il Partito democratico non è monolitico, può essere che Renzi non abbia la maggioranza in direzione». «Abbiamo numeri importanti, altro che direzione sul filo», rispondono i renziani riferendo dei  firmatari del documento: in totale, 120 firmatari su 209 componenti della direzione nazionale. Ma i sostenitori di Martina insistono: «I numeri sono altri». 

Il clima interno al Pd è ulteriormente avvelenato anche dal sito senzadime.it, che raccoglie le liste di componenti della direzione favorevoli e contrari alla trattativa sul governo con il M5s. Franceschini critica apertamente tale iniziativa  su Twitter: «Quando in una comunità politica alla vigilia di una discussione seria che riguarda il partito e il Paese si arriva a questo, c’è qualcosa di profondo che non va». Ma pure alcuni renziani si sono indignati per l’iniziativa del sito. È il caso di Emanuele Fiano. «Senzadime.it è una cosa orribile – ha twittato il deputato dem – estranea alla mia cultura democratica. Chi lo ha fatto lo chiuda, non c’entra niente con il Pd, con il nostro modo di discutere, magari anche di litigare, ma di lavorare per un progetto, non per  chiudere recinti».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

  • Giuseppe Forconi 3 Maggio 2018

    State ancora ascoltando il farneticare di Renzi ?

  • SUGERITI DA TABOOLA