Carlo Ancelotti nuovo allenatore del Napoli, mancano solo i dettagli

23 Mag 2018 15:02 - di Redazione

Secondo incontro tra Carlo Ancelotti e Aurelio De Laurentiis negli uffici della Filmauro a Roma. L’ormai ex allenatore del Bayern Monaco in tarda mattinata ha raggiunto la sede di Via Ventiquattro Maggio per discutere con il presidente del Napoli i dettagli del contratto che lo legherà al club partenopeo. All’incontro hanno partecipato anche i membri dello staff di Ancelotti: suo figlio Davide, il preparatore Francesco Mauri, l’osservatore Luigi La Sala e il nutrizionista Mino Fulco. Oltre a questi, il tecnico emiliano dovrebbe avvalersi anche di Bonomi e Calzona, attuali collaboratori di Maurizio Sarri che resteranno a Napoli. Il presidente azzurro avrebbe offerto ad Ancelotti un biennale da almeno 5 milioni di euro a stagione più bonus con opzione per il terzo. Secondo indiscrezioni, la fumata bianca potrebbe arrivare nel pomeriggio.

Ancelotti, una carriera da vincente

Ancelotti è stato tecnico di Juventus, Milan, Chelsea, Paris Saint-Germain, Real Madrid e Bayern Monaco.  Ha iniziato la carriera di allenatore, dopo essere stato vice del CT Sacchi a USA ’94, nella Reggiana in Serie B. È passato poi al Parma, alla Juventus e al Milan (2001-2009). Negli anni con la squadra rossonera ha vinto uno scudetto, una Coppa Italia, due Champions League e una Coppa del mondo per club. Tra il 2009 e il 2011 è stato sulla panchina del Chelsea, firmando una doppietta Premier League-FA Cup. Nella stagione 2011-2012 è subentrato in corsa sulla panchina del Paris Saint-Germain, vincendo la Ligue 1 al secondo tentativo nel 2013. Nell’estate del 2013 è stato ingaggiato dal Real Madrid. Alla sua prima stagione sulla panchina madrilena ha vinto la Coppa del Re e la storica decima Coppa dei Campioni/Champions League. Nella sua carriera ha vinto la Coppa dei Campioni/Champions League tre volte da allenatore (due volte con il Milan e una con il Real Madrid), eguagliando il record di Bob Paisley, allenatore del Liverpool, e due volte da calciatore (sempre con il Milan). La conquista della coppa con la stessa squadra sia in campo che in panchina è riuscita anche a Miguel Muñoz e Josep Guardiola, mentre con squadre diverse è riuscita anche a Giovanni Trapattoni, Johan Cruijff e Frank Rijkaard. Nel 2014 entra a far parte della Hall of Fame del calcio italiano.È stato soprannominato Carlo Magno dalla stampa spagnola.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SUGERITI DA TABOOLA