Buone notizie: Franceschini e Gentiloni fuori con tutti gli scatoloni!

25 Mag 2018 17:26 - di Gioacchino Rossello

Finalmente alcune buone notizie: Paolo Gentiloni se ne torna a casa con tutti gli scatoloni appresso.  Il premier uscente (e speriamo non più rientrante!) prima di togliere il disturbo ha riunito dipendenti e collaboratori di palazzo Chigi per il discorso di commiato: “Grazie, è stato un grandissimo onore”, ha sussurrato ai presenti nella sala Verde. Applausi di circostanza e via. Come tutta la compagine di governo. Spazzata dal voto degli italiani.  Alcuni, come la Fedeli o Galletti, si erano portati avanti già da qualche giorno. E così anche Dario Franceschini, che l’11 maggio scorso aveva voluto dare di persona “un abbraccio affettuoso e un saluto” ai dipendenti del Mibact, ma che solo oggi però ha chiuso l’ufficio. L’ormai ex ministro dei Beni Culturali non ha resistito al richiamo dei social e, con un tweet con tanto di foto ha immortalato se stesso con l’ultimo scatolone. Stessa cosa Calenda, che ha postato una foto della sua stanza ormai spoglia e sempre via Twitter e Facebook (con foto) anche il commiato di Roberta Pinotti, alla Difesa. Più tecnici i saluti di Pier Carlo Padoan e Marianna Madia che hanno voluto elencare il meglio del lavoro svolto. Lavoro e successi di cui, nella mente degli italiani non resterà traccia, mentre è possibile che ci si rammenti di una certa presunzione e suponenza. Del resto di quello che promisero tutti inseme e non mantennero il ricordo è ancora più che vivo. Monito per chi arriva, certo. Ma anche sollievo: peggio di quel che hanno fatto in questi anni i governi a guida Pd, sarà difficile fare. Anzi, impossibile.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

  • Giuseppe Forconi 26 Maggio 2018

    Finalmente ha lasciato il podio dal quale per anni ha seminato dolore e leggi bestiali. Mi preoccupa pensare che finira’ al senato, contenitore del riciclaggio, dove personaggi come lui, Renzi , Grasso e la Boldri potrebbero continuare a seminare errori su errori, come hanno sempre fatto fino ad oggi.

  • Carpino Vince 26 Maggio 2018

    Troppo tardi sono andanti via questi suchia sangue parlano del bene che anno fatto.
    Non si capisce dove sta questo bene comonciando con monti e finendo con questi ultimi anno portato l’Italia nella m**** assoluta.

  • Graziano 26 Maggio 2018

    Vedremo cosa faranno i nuovi inquilini, spero che sarete obbiettivi. L’ultimo governo ha lasciato un paese che cresce del 1,5%. Il debito si sta’ stabilizzando rispetto al PIL, più di 1 mio di ns cittadini ha trovato un lavoro. Ricontrolliamo tra due anni, se questi faranno meglio sarà un autentico piacere riconoscerlo, se fanno peggio sarebbe confortante vedere che l’altra sponda lo riconosce. Significherebbe che siamo un po’ più cittadini ed un po’ meno tifosi.
    Cordiali Saluti
    Graziano

  • 26 Maggio 2018

    Finalmente se ma va a casa!!!!party time!!!

  • Pino 25 Maggio 2018

    E’ la pura verità: governo Gentiloni è l’ultima propaggine di un’epoca catastrofica e da dimenticare, pochi anni sono bastati per ridurre il Paese al collasso socio-economico, peggio di una Guerra Mondiale

    • Graziano 26 Maggio 2018

      Abbastanza curioso il suo msg, i governi PD presero un Paese che calava del 2,5% all’anno. Lo lasciano che cresce del 1,5%, ovvio, il 3% sarebbe meglio, con 1,05 mio di lavoratori in +, ovvio, sarebbe meglio 3 mio, ma mi può spiegare perché collasso? Che ci piaccia o no è in atto una rivoluzione nei sistemi di produrre, nei posizionamento dei vari stati, non è con le chiusure in se stessi che miglioreremo la situazione. Chiudere il ns Paese in se stesso è estremamente pericoloso, non abbiamo materie prime, abbiamo solo il turismo è la manifattura che , grazie al ns ingegno, è una delle migliori del mondo, ma la manifattura ha bisogno di scambi aperti per prosperare
      Cordiali Saluti
      Graziano

  • Senza Malenza 25 Maggio 2018

    hahaha a me è piaciuto un sacco invece!! ;D

  • Mara 25 Maggio 2018

    Mi è bastato leggere le prime righe dell’articolo su Gentiloni. Che triste la vostra bassezza redazionale.

    • Redazione 25 Maggio 2018

      Dipende dai gusti…

    • Giuseppe 25 Maggio 2018

      Dipende se si vota per i traditori della Patria: ovvero PD LeU (e anche M5S) pro multiculturalismo, pro meticciato, pro islamizzazione, pro Gender!!!!

    SUGERITI DA TABOOLA