Trump: “False accuse anche a Doc Ronnie Jackson, è una vera vergogna”

giovedì 26 aprile 15:11 - di Redazione

“Quello che sta accadendo è una vergogna”. Donald Trump si esprime così sul passo indietro compiuto dall’ammiraglio Ronny Jackson, che ha rinunciato all’incarico di segretario agli Affari dei veterani. L’ammiraglio, medico della Casa Bianca, ha fatto marcia indietro per le accuse mosse nei suoi confronti, secondo cui avrebbe creato un ambiente professionale ostile, avrebbe bevuto durante lo svolgimento delle proprie funzioni e avrebbe prescritto farmaci in maniera inappropriata. “Doc Ronny è un ammiraglio estremamente rispettato, un vero leader. Un uomo incredibile, che ha goduto del massimo rispetto del presidente Bush e del presidente Obama”, dice Trump ai microfoni di Fox and Friends. “Con false accuse, stanno cercando di distruggere un uomo. Gli ho detto benvenuto a Washington, benvenuto nella palude”, aggiunge il presidente degli Stati Uniti. “Possiamo parlare dell’esperienza necessaria per guidare il Dipartimento, ma nessuno ha l’esperienza che serve per guidare una struttura che si occupa di 13 milioni di persone. Nemmeno il numero 1 della principale azienda ospedaliera sarebbe qualificato”, prosegue. Ora bisogna individuare un altro segretario: “Ho un’idea, ma meglio non dirlo per ora. Chi sarà? Qualcuno con capacità politiche”. Come si ricorderà, l’ammiraglio Ronny Jackson, indicato dal presidente Donald Trump come segretario agli Affari dei veterani, rinuncia all’incarico dopo le accuse relative alla condotta tenuta anche come medico della Casa Bianca. “Purtroppo, a causa del modo in cui funziona Washington, queste false accuse sono diventate un elemento di distrazione per questo presidente e per l’importante questione che dobbiamo affrontare: garantire la migliore assistenza agli eroi della nostra nazione”, dice Jackson in una lunga nota, come riferisce The Hill.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza