Trump blocca le carovane di migranti: «Sono una sciagura, basta buonismo»

lunedì 23 aprile 17:15 - di Roberto Mariotti

Stop alle carovane di immigrati. Donald Trump rende noto di aver dato indicazioni al segretario alla Sicurezza interna per arginare gli ingressi nel paese. «Nonostante le pessime leggi squilibrate dei democratici sulle Città Santuario e sul confine, ho dato indicazione al segretario alla Sicurezza interna di non far entrare queste enormi carovane di persone nel nostro paese. E’ una sciagura», twitta il presidente degli Stati Uniti. «Siamo l’unico paese al mondo ad essere così ingenuo», aggiunge prima di indicare la soluzione: «Muro». In un altro messaggio, Trump chiama in causa il Messico, «le cui leggi sull’immigrazione sono molto severe». Il paese confinante, quindi, «deve fermare le persone che lo attraversano e arrivano negli Stati Uniti. Potremmo inserire questa condizione nel nuovo accordo Nafta. Il nostro paese non può accettare quello che sta accadendo -afferma- Inoltre, dobbiamo ottenere in fretta i fondi per il muro».

Incontro con Kim, Trump avvia negoziato
con il leader supremo iraniano

Ad un mese o poco più dall’incontro con il leader nordcoreano Kim Jong Un, Donald Trump ha anche avviato un negoziato, sebbene indiretto, con il leader supremo iraniano, l’Ayatollah Ali Khamenei. A mediare e convogliare le posizioni dei due leader, il presidente francese Emmanuel Macron, la cancelliera tedesca Angela Merkel e il ministro degli Esteri di Teheran, Javad Zarif. I primi due in visita questa settimana a Washington, mentre il terzo si trova a New York. Lo scrive il sito israeliano DebkaFile, citando fonti secondo le quali il negoziato non riguarderà solamente il futuro dell’accordo nucleare del 2015, ma anche il ruolo dell’Iran in Siria. Debka riferisce che per gli incontri che Trump avrà con Macron e la Merkel è stato messo a punto un dossier, da parte di un team di diplomatici Usa, francesi, tedeschi e britannici. Nel documento vengono tracciate le nuove linee guida per una politica occidentale comune nei confronti di Teheran, sulle quali finora i quattro alleati si sono trovati in disaccordo.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza