“Striscia la Notizia” smaschera la truffa sui sacchetti bio: scontrini beffa

mercoledì 18 aprile 15:29 - di Sara Gentile

Ci mancava anche la truffa, sui sacchetti della spesa bio, che sono diventati a pagamento dall’inizio dell’anno con prezzi che variano da uno a dieci centesimi di euro. A smascherarla è stata Striscia la notizia. Quando entrò in vigore la nuova normativa europea che obbligava i supermercati ad applicare un prezzo per ogni singolo sacchetto utilizzato per frutta e verdura ci furono un mare di polemiche. Ora la vicenda è tornata di attualità.

Striscia la notizia, controllare gli scontrini

L’inviata Chiara Squaglia, andando a fare la spesa, si è vista addebitare il costo delle buste nonostante non le abbia utilizzate per i singoli prodotti ortofrutticoli che ha acquistato. Si tratta dell’addebito di un centesimo che avviene automaticamente al momento del passaggio in cassa ma che non è legittimo.  L’avvocato Edno Gargano spiega che secondo una direttiva della comunità europea del 2015 volta proprio alla riduzione delle buste di plastica dice che: «Il prezzo per singola unità deve risultare dallo scontrino o dalla fattura delle merci o dei prodotti trasportati tramite il loro tramite». Quindi, se il sacchetto non c’è, non deve essere addebitato al cliente. Questo almeno in teoria. Attenzione, quindi agli scontrini.

sacchetti biodegradabili striscia la notizia 1

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza