Sondaggio Swg, il “piccolo leader” del M5S comincia a stancare: troppi errori

venerdì 20 aprile 17:10 - di Giorgio Sigona

Il colpevole di tutto quel che sta accadendo ha un nome e un cognome: Luigi Di Maio. È la convinzione di almeno un italiano su tre. L’atteggiamento del leaderino del M5S inizia a stancare. E parecchio. Perché sono evidenti le sue contorsioni politiche. Secondo quanto rileva un sondaggio Swg per il Messaggero la situazione appare abbastanza chiara: per il 35 per cento degli elettori a bloccare tutto sono le scelte di Di Maio. Per il 27 per cento lo stallo è dovuto alle posizioni di Berlusconi mentre solo un 12 per cento indica in Salvini il responsabile nel ritardo per la formazione del governo. Problemi per i Cinquestelle anche sul fronte interno. Infatti lo stesso sondaggio Swg rileva come il 18 per cento dell’elettorato grillino cominci a nutrire una vera e propria insofferenza per le mosse di Di Maio.

Un altro punto su cui si discute è il ritorno alle urne, che però potrebbe non cambiare gli equilibri delle forze in campo. Il 69 per cento degli elettori chiede una nuova legge elettorale. E la maggioranza degli elettori ha anche le idee chiare su come declinare una nuova legge elettorale: sistema proporzionale a doppio turno con un ballottaggio tra i primi due candidati.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Antonio Lallo 21 aprile 2018

    Condivido pienamente il commento di Also Batbaro

  • 21 aprile 2018

    Ne Salvini ne tanto meno Di Maio sono in grado di poter governare l’Italia,quindi nuova legge elettorale e nuove votazioni sperando che questa volta gli Italiani siano un po’ “furbi”

  • GIUSEPPA ALESSANDRO 21 aprile 2018

    Mi auguro solo che il presidente Mattarella comprenda che in nessun modo Di Maio potrebbe fare il premier di una nazione troppo sofferente e preda di troppi errori politici susseguisi negli ultimi 5 anni.

  • Pietro 21 aprile 2018

    Secondo me i suoi sono solo pretesti per poter essere primo ministro, perché in caso di leggi ad personam in parlamento avrebbe comunque tutti i voti necessari per bloccare qualsiasi legge vecchia maniera. Il cambiamento sarebbe comunque salvo. .

  • pincottin de' pincottini 21 aprile 2018

    di maio chi era costui ?

  • Aldo Barbaro 21 aprile 2018

    Spesso Di Maio appare infantile! Forse fra dieci-venti anni maturerà, ma nel frattempo non è in grado di decidere le sorti degli Italiani.Sarebbe auspicabile una nuova legge elettorale e quindi nuove elezioni!!!

  • In evidenza