“La piadina romagnola va prodotta in Romagna”: importante sentenza del tribunale Ue

lunedì 23 aprile 15:27 - di Redazione

Chi vuol vendere la piadina romagnola, industriale o artigianale che sia, deve produrla in Romagna. Lo stabilisce il Tribunale dell’Unione Europea, nella sentenza relativa ad una causa che vede opposta la Crm, un’azienda alimentare, alla Commissione Europea. L’impresa ha chiesto l’annullamento di un regolamento di esecuzione dell’ottobre 2014, che iscriveva nel registro apposito l’Igp “piada romagnola/piadina romagnola”, ‘street food’ romagnolo per eccellenza. La Crm temeva di essere impossibilitata a svolgere la propria attività economica ordinaria, dato che produce piade in uno stabilimento che non è in Romagna.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Mario 24 aprile 2018

    facile, basterà chiamarla “piadina alla Romagnola” e si potrà produrla pure in Bangladesh

  • Laura Prosperini 23 aprile 2018

    che per caso dobbiamo dire grazie alla Merkel ed a Macron? perchè io non ne ho la benchè minima voglia!

  • In evidenza