È morta Barbara Bush, “mamma” di un’America che non c’è più

mercoledì 18 aprile 9:47 - di Paolo Sturaro

Aiutava chi soffriva, tendeva la mano a chi aveva bisogno. L’ex first lady americana Barbara Bush è morta nella casa di Houston all’età di 92 anni. E il popolo stelle e strisce la ricorda così, come la “mamma” buona d’America. A darne notizia è stata la famiglia. Moglie di George W. H. – con il quale aveva recentemente festeggiato i 73 anni di matrimonio – e madre di George W., entrambi ex presidenti degli Stati Uniti, Barbara Bush aveva deciso tre giorni fa di non ricorrere a ulteriori trattamenti medici dopo i recenti ricoveri ospedalieri. La decisione, aveva spiegato in una dichiarazione pubblicata su Twitter il portavoce della famiglia Bush, Jim McGrath, era stata presa dopo aver consultato la famiglia e i medici. Nata l’8 giugno del 1925, l’ex first lady soffriva da tempo di problemi polmonari e cardiaci. Barbara Bush – che ha dedicato una grande parte della sua vita all’opera di alfabetizzazione delle famiglie meno abbienti, creando a questo scopo anche una fondazione – verrà sepolta nella tomba di famiglia a 150 chilometri da Houston, in Texas, accanto a Robin, la sua secondogenita, morta nel 1953 all’età di tre anni per una leucemia.

«Barbara Bush è stata una straordinaria first lady e una donna come nessun’altra che ha portato leggerezza, amore e istruzione a milioni di persone». È quanto ha detto George W. Bush. «Per noi era molto di più – prosegue la dichiarazione dell’ex presidente – mamma ci ha fatto ridere fino alla fine e sono un uomo fortunato per averla avuta per madre. Ora siamo tristi, ma le nostre anime sono serene perché sappiamo che lo era la sua».

Donald Trump ha ordinato bandiere a mezz’asta. Il presidente, che si trova nella sua casa di Mar-a-Lago per il vertice con il premier giapponese Shinzo Abe, ha diffuso un comunicato in cui afferma di unirsi, con la moglie Melania, «alla nazione nel celebrare la vita di Barbara Bush» definendola «una paladina della famiglia americana» e rivolgendo pensieri e le preghiere alla «famiglia e gli amici».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza