Donzelli (FdI): stop ai fondi per le aziende che delocalizzano, premiare chi investe

martedì 24 aprile 16:16 - di Redazione

“Un tavolo di lavoro nazionale sulla crisi dell’indotto Piaggio della famiglia Colaninno, alla luce della crisi della Tmm che ha chiuso i battenti lasciando a casa 85 persone”. A chiederla in una interrogazione al ministro del Lavoro è il parlamentare di Fratelli d’Italia Giovanni Donzelli. “Nella provincia di Pisa in Valdera nella zona dell’indotto della Piaggio si sono persi dal 2000 ad oggi sei mila posti di lavoro, riducendo di due terzi gli occupati – sottolinea Donzelli nell’interrogazione sottoscritta anche dall’altro deputato toscano di Fratelli d’Italia Riccardo Zucconi – nel 2006 la Piaggio ha ottenuto una commessa di 27 mila veicoli per Poste, ma in Italia i veicoli sono stati solo montati dopo che erano stati prodotti all’estero. La Piaggio negli ultimi anni ha iniziato a fornirsi di produttori non della zona e in alcuni casi anche esteri – conclude Donzelli – quando saremo al governo chiuderemo i finanziamenti per le aziende che delocalizzano, premiando quelle che investono e danno lavoro in Italia”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Laura Prosperini 24 aprile 2018

    ben detto e spero (ma, purtroppo non credo) si possa ben fare
    agevolazioni ed aiuti solo alle azienda Italiane e che danno lavoro in Italia
    Nazionalizzazione di quelle in settori primari (acqua elettricità e sanità) che soffrono e stanno per fallire

  • In evidenza