Aggressione nel centro di Berlino: arabo picchia un giovane ebreo con la cinta (video)

mercoledì 18 aprile 15:29 - di Gigliola Bardi

«Oggi sono stato aggredito solo perché sono uscito con la kippah. Non pensavo che a Berlino potesse ancora succedere una cosa del genere». Si è sfogato così su Facebook uno dei due ragazzi ebrei finiti vittime di una grave aggressione antisemita nella capitale tedesca. I due ragazzi, di 21 e 24 anni, rispettivamente israeliano e tedesco, sono stati aggrediti a freddo, presi a cinghiate e insultati da un giovane arabo, che era in compagnia di altri due. La scena, ripresa da una delle due vittime, mostra l’arabo mentre percuote il ragazzo con la cinta, urlandogli «jahudi», «ebreo» in arabo. «Ti sto filmando», avverte il ragazzo, mentre in sottofondo si sente una donna dire che sta chiamando la polizia. Alla fine l’arabo viene spintonato via e se ne va insieme ai suoi complici, mentre il giovane aggredito mostra i segni della cintura che lo ha colpito sul fianco.

Video

Sul caso è intervenuto anche il governo tedesco, parlando di episodio «intollerabile». In una conferenza stampa, la portavoce del governo Merkel Ulrike Demmer ha annunciato che dal primo maggio la Germania avrà un delegato governativo contro l’antisemitismo e ha sottolineato con forza che vicende come quella avvenuta a Berlino «minano la tenuta di una società democratica». «Vogliamo che gli ebrei – ha detto Demmer – si sentano sicuri in Germania».

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Gio 19 aprile 2018

    sempre più numerosi, sempre più arroganti, sempre più padroni a casa nostra. O la si finisce con importare islamici o la guerra civile sarà inevitabile.

  • In evidenza