Scandalo per le lezioni di sesso di un prete: «Ecco che cosa offende Dio»

sabato 2 dicembre 12:06 - di Redazione

Hanno dell’incredibile le parole di un prete che “costringono” bonariamente  la sessuologa di Dagospia a dare le “dimissioni”. «Caro Dago – scrive Barbara Costa – rassegno le mie dimissioni dalla rubrica di sesso che mi hai affidato, perché in rete c’è chi di sesso e porno, pur con zero esperienza diretta, si erge a dar lezioni a tutti, anche a Rocco Siffredi», sono le parole semiserie con cui si indica Padre Angelo Bellon, docente di teologia morale, come il “luminre” del sesso, visto che il sacerdote è anima della rubrica “Un Sacerdote Risponde” su Amicidomenicani.it. Pare che a Padre Angelo tanti fedeli chiedano nozioni di sesso e porno. C’è chi va dal sessuologo, chi sui siti porno direttamente, chi si rivolge al prete per “consigli”. Una cosa è certa, scrive Barbara Costa che ha visionato le “lezioni”: «Ho dato un’occhiata al lavoro di questo mio virtuoso collega, e una cosa è certa: ne sa una più del diavolo». Che un il sito di una rivista come “Amicidomenicani.it” passi con disinvoltura dalla biografia di Sant’Alberto Magno ai pericoli della masturbazione è tutto dire.

Padre Angelo, le lezioni che non ti aspetti

Caspita. Leggiamo qualche “perla”: «Lo sapevi che chi va sui siti porno non erediterà il regno dei Cieli? I porno sono film dannati, inducono alla masturbazione, dannazione suprema e peccato mortale». I siti e il matriale porno «inducono a toccarsi, e la masturbazione provoca tristezza, lascia senza Dio nell’anima, e rende intrattabili», assicura il sacerdote sessuologo. Alternativa ? Meglio pregare con il rosario, meglio l’astinenza. “Le ghiandole sessuali, assicura Padre Angelo, sono come quelle lacrimali: si attivano solo se stimolate. Nessuno avverte male agli occhi se non piange”. Lapalissiano. Pure da sposati, sostiene il prete “farsi masturbare da mani, tette, bocca, lingua, non è atto di autentico amore, ma uso disordinato delle potenze procreative“. Stupisce la disinvoltura nell’uso di temini forti. Insomma, cosa non offende Dio secondo la visione del sesso “corretta” di Padre Angelo? Risposta: «Il sesso è dono totale e completo di un corpo a un altro”, “guai agli sposi che lo fanno usando contraccettivi”. Rapporti orali e anali, anche se compiuti tra coniugi, sono peccato grave e offesa a Dio”, “sono segno di volontà perversa! Sono passioni infami, prodotto di intelligenza depravata, azioni indegne”. Addirittura i baci: i baci come anticamera del sesso, prescrive, sono leggittimi solo tra coniugi…

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Giancarlo 7 ottobre 2018

    Ho diverse volte chiesto pareri a P. Angelo Bellon e ho ricevuto sempre edificanti risposte e chiarimenti. Egli non fa altro che applicare nelle sue risposte quello che la Chiesa Cattolica sostiene e che sono contenuti nei documenti ufficali di Essa. Si è sempre liberi di accettarli o meno, ma almeno non si infanghi l’opera di chi propugna la fede in cui crede con competenza, erudizione e alta spiritualità.

  • Adriano 4 settembre 2018

    Dott.ssa Costa, lei è parecchio fuori strada. Padre Angelo fa un servizio di un valore inestimabile. Prego che un giorno anche lei e chi la pensa come lei se ne renda conto.

  • Gianni 28 giugno 2018

    La dottoressa Costa non ha la minima idea di cosa sia la Religione cristiana..Padre Angelo Bellon, docente espertissimo in Teologia, non fa che ripetere quello che la Chiesa insegna da oltre 2000 anni. La gentile signora, che, con i suoi commenti a dir poco inadeguati, evidenzia una totale ignoranza in fatto di religione e di morale, prima di occuparsi di argomenti come la castità e la sessualità secondo la visione cristiana, si prenda in mano il Catechismo della Religione Cattolica: se lo legga con calma fin dalla prima pagina e ci rifletta sopra.

  • Marco 23 giugno 2018

    Ringrazio Padre Angelo per l’aiuto che mi ha dato riguardo all’argomento cui sopra e consiglio, per correttezza nei confronti di tutti coloro che credono in Dio, la lettura dell’Humanae Vitae di Papa San Giovanni Paolo II http://w2.vatican.va/content/paul-vi/it/encyclicals/documents/hf_p-vi_enc_25071968_humanae-vitae.html e il Catechismo della Chiesa Cattolica sul Sesto Comandamento http://www.vatican.va/archive/catechism_it/p3s2c2a6_it.htm . Tendo a precisare che i testi in link sono presi direttamente dal sito istituzionale della Santa Sede, cioè del comunemente detto Vaticano. Quindi quello che Padre Angelo afferma Cristianamente è correttissimo. Sta a ognuno di noi decidere se seguire Dio e il suo amore o no. Prima di porre critice, si presti attenzione ai documenti dei magisteri. E se uno non crede, liberissimo…ma che rispetti chi crede! Amici Domenicani, già dal nome, è evidente che si tratta di un sito cristiano…quindi le risposte sono in linea con quello che professa la Chiesa e quello che Dio ci comanda…

  • Enzo 12 aprile 2018

    La dottoressa Costa dovrebbe vergognarsi e leggere attentamente il Catechismo della Religione Cristiana. Padre Angelo Bellon è un Santo. Perfettamente in linea con la morale cattolica, insegna quello che si evince dalla Bibbia e, in particolare, dal Vangelo. Il sesso non è stato creato dal Dio per l’egoistico divertimento dell’uomo, ma per qualcosa di molto più alto. Comunque, religione a parte, certe regole sono scolpite dentro di noi e siamo tenuti ad osservarle. Un giorno, il Padre Eterno ce ne renderà conto.

  • gio 20 marzo 2018

    Che personaggio questa Barbara Costa! Come è abile nel travisare le cose. Le risposte di Padre Angelo sono perfettamente in linea con la Fede e la Catechesi in tema di morale sessuale. Ma quelli come lei non se ne accorgeranno mai!

  • Franco 2 febbraio 2018

    Padre Angelo Bellon ha perfettamente ragione. Cosa ha detto di sbagliato?

    Siete voi che siete completamente fuori strada e non vi accorgete di nulla. Ciechi guide di ciechi.
    Tutto ridotto sul piano orizzontale, che tristezza…
    e penso a quelle povere persone che finiscono nelle mani di persone come la dott.ssa Barbara Costa.

  • In evidenza