Rottamazione delle cartelle: la seconda rata scade il 2 ottobre

giovedì 14 Settembre 17:34 - di

Nuovo appuntamento per chi ha aderito alla definizione agevolata, la cosiddetta rottamazione delle cartelle. La seconda rata con scadenza il 30 settembre cade di sabato e quindi, come previsto dalla legge, i pagamenti possono essere effettuati entro il primo giorno lavorativo successivo, ovvero lunedì 2 ottobre. Una data importante da ricordare perché il mancato o tardivo pagamento fa perdere i benefici della rottamazione e l’Agenzia delle entrate-Riscossione dovrà riprendere le procedure di riscossione. I contribuenti che hanno aderito alla definizione agevolata, si legge in una nota dell’Agenzia delle Entrate – Riscossione, hanno ricevuto i bollettini delle rate scelte con la domanda di adesione. Su ogni bollettino sono indicati: l’importo, il numero della rata, la scadenza del pagamento e il codice Rav. Per la rata in scadenza il 30 settembre, quindi, dovrà essere utilizzato il bollettino che riporta tale data. Sono molte le modalità e i canali di pagamento a disposizione dei contribuenti: sportelli bancari, internet banking, domiciliazione bancaria, sportelli bancomat, uffici postali, tabaccai, sito e sportelli dell’Agenzia delle Entrate – Riscossione. Agli sportelli bancari, in particolare, presentando allo sportello il bollettino Rav ricevuto dall’Agente della riscossione, l’operatore procederà con il pagamento. Il contribuente può chiedere l’addebito sul conto corrente, se si è rivolto alla propria filiale, oppure può pagare con carta di credito o prepagata, bancomat e anche in contanti per importi sotto i 3 mila euro, nel rispetto della normativa antiriciclaggio e delle procedure operative della banca.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica