Rimini, colpisce carabiniere e inneggia all’Isis. Arrestato un giovane albanese

lunedì 26 Settembre 15:29 - di
carabinieri somalo fiano

Ha inneggiato all‘Isis, tenendo stretta in mano una medaglietta con una scritta in arabo, e ha minacciato i Carabinieri che gli avevano appena chiesto i documenti. È successo a Rimini. Il protagonista della vicenda è un 21enne di origini albanesi arrestato nella città emiliana per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale. Il giovane albanese è stato sorpreso dai militari nel cortile di un amico agli arresti domiciliari. Il 21enne infatti era andato dall’amico per farsi aggiustare la bicicletta pur sapendo che l’amico ai domiciliari non poteva ricevere visite. Quando i Carabinieri hanno controllato l’uomo ai domiciliari hanno trovato il 21enne che, alla richiesta di spiegazioni, ha iniziato ad inveire contro gli agenti inneggiando all’Isis e parlando in arabo. Poi poi si è scagliato contro i militari, colpendone uno con una chiave inglese. Portato questa mattina in Tribunale è stato processato per la direttissima, il 21enne ha chiesto i termini per la difesa. Ora è in attesa del processo, fissato il 28 settembre, ma resterà in carcere.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *