Roma, lite in un pub: un inglese stacca a morsi un pezzo d’orecchio al rivale

13 Mar 2016 11:30 - di Martino Della Costa

Parlare di violenza animalesca ormai farebbe torto persino agli animali, belve pericolose comprese. Quando ancora non ci si è ripresi dalla brutalità dell’omicidio del Collatino, un’altra notizia arriva a confermare la recrudescenza di ferocia che punteggia drammaticamente le notti della capitale. Stavolta ci si è “limitati” a staccare a morsi una parte di orecchio, e la prossima?

Escalation di violenza: stacca a morsi l’orecchio del “rivale”

Un’escalation inquietante di ferocia e di rabbia incontrollabili: questo il dato allarmante confermato dall’ultimo episodio che la cronaca notturna capitolina ha appena registrato. Il fatto, nudo e crudo come la violenza che racconta, racconta di una lite tra un trentenne inglese e un ragazzo americano intervenuto a difesa di due amiche: un intervento che gli è costato un lembo di orecchio, staccato a morsi durante un diverbio poi degenerato in un pub del centro storico di Roma. L’inglese di 31 anni è stato arrestato dai carabinieri di piazza Venezia.

Una lite in un pub degenerata in pochi istanti

L’episodio è avvenuto la notte di sabato, intorno all’una, in un locale di via del Plebiscito. A quanto ricostruito, l’arrestato ha prima importunato due ragazze statunitensi che, vedendosi messe alle strette hanno pensato di chiedere aiuto a un amico. Tra i ragazzi è nata un’accesa lite, subito trasformatasi in scontro fisico, durante il quale l’inglese è arrivato ad avvinghiarsi con i denti all’orecchio del ragazzo americano che poi ha avuto la peggio. Una volta intervenuti sul posto i carabinieri, chiamati dal personale del pub, il ferito è stato soccorso da un’ambulanza e trasportato all’ospedale San Giovanni dove è stato giudicato guaribile in 20 giorni. Per l’aggressore, invece, si sono aperte le porte di una cella: il ragazzo è stato infatti arrestato, probabilmente con il sangue del rivale che ancora scorreva agli angoli della sua bocca…

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SUGERITI DA TABOOLA