Insonnia, ecco alcuni rimedi naturali. Perchè dormire meglio si può

sabato 27 Febbraio 15:15 - di

Sempre più persone soffrono di insonnia. Vita frenetica, lavoro stressante, preoccupazioni. Si fatica a prendere sonno e per questo in molti cercano la soluzione nei farmaci. Ma non tutti sanno che esistono rimedi naturali per l’insonnia. A cominciare dalle tisane da bere prima di andare a letto. L’infuso a base di tiglio è uno dei rimedi naturali per conciliare il sonno e smetterla di soffrire di insonnia. Questa pianta possiede straordinarie proprietà rilassanti che favoriscono un buon riposo. L’infuso di tiglio viene utilizzato tradizionalmente anche per la cura di raffreddore, febbre e influenza. Mentre la camomilla è il rimedio naturale più conosciuto per chi soffre di insonnia. Un infuso di camomilla bevuto prima di andare a dormire rilassa il corpo e la mente. Già nell’antico Egitto la camomilla era considerata una pianta sacra da offrire alle divinità. La camomilla ha diverse proprietà e può essere utilizzata anche per dare sollievo agli occhi arrossati e per purifcare la pelle. Poi cè la valeriana che è un vero e proprio tranquillante naturale utilizzata come sonnifero per secoli, prima dell’arrivo dei farmaci anti insonnia. Le proprietà curative della valeriana sono tutte racchiuse nella sua radice. La valeriana si può acquistare in erboristeria sotto forma di radice essiccata o di estratto e viene utilizzata per preparare infusi efficaci per combattere l’insonnia. Anche l’Erba di San Giovanni o pierico viene utilizzato per realizzare infusi dal potere rilassante, per combattere l’insonnia. Infine ci sono i vecchi rimedi della nonna. Il latte caldo con il miele che concilia il sonno ed è una coccola prima di andare a letto e che fa anche bene in caso di tosse e raffreddore. Infine, la cipolla. Che si inala. Basta mettere una cipolla tagliata a metà in un barattolo di vetro coperto con un telo e inalarne l’odore prima di andare a letto. Ci vuole un pò di stomaco: ma pare che la funzione anti insonnia sia certa.

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *