Toti risponde a Fitto: “No a lezioni su come vincere da chi ha perso tutto”

sabato 21 febbraio 18:26 - di Redazione

Lo scontro dentro Forza Italia sta diventando al calor bianco. Polemica la risposta di Giovanni Toti alle affermazioni di Raffaele Fitto alla convention dei Ricostruttori a Roma: “Non sono accettabili lezioni su come vincere da chi in questi anni ha perso tutto quel che si poteva perdere. Regione, capoluogo… E in una terra tendenzialmente di centro-destra”. Il politico di Forza Italia lo scrive sulla propria pagina Facebook. L’esponente pugliese aveva definito “imbarazzante” la politica di FI nell’ultimo anno, soprattutto nel campo delle riforme. Toti è il primo a rispondere a Fitto, che comunque ha dichiarato di non voler “rompere” ma “di portare avanti le idee” dei Rcostruttori.

“No lezioni da chi non ha rinnovato”

“Non sono neanche accettabili – prosegue Toti – lezioni sul rinnovamento della politica da chi nella sua regione non ha mai rinnovato nulla e da chi, occupando poltrone da decenni, ha fatto della politica un mestiere. Chi oggi proclama di voler cambiare tutto, magari lo fa per non cambiare nulla e salvare se stesso e qualche amico. Non vorrei – conclude – che dopo un anno di gufi, tanto cari a Renzi, si aprisse un anno all’insegna di una nuova bestiola: Il Gattopardo (rileggere quel romanzo fa sempre bene!)”.

Poli Bortone: “Fitto si è spinto troppo avanti”

Prima della convention dei “Ricostruttori” , a Fitto erano arrivate varie critiche, dirette e indirette, che avevano in qualche modo anticipato quella che sarebbe stata la posizione espressa da Toti. Diretta è quella di Adriana Poli Bortone: “Fitto avrebbe dovuto mantenere rapporti più cordiali con Berlusconi e segnare il passo. Sta facendo lo stesso percorso di Fini che si è spinto troppo avanti, e questo Berlusconi non lo tollera. Fitto si sarebbe dovuto fermare un po’ prima; aveva assunto il ruolo di lealista nei confronti del leader; infierire adesso contro una persona in difficoltà che gli ha spianato la strada in politica, non è certo bello”.

“Infantile chi pensa di essere l’unico bravo”

Indiretta è invece la critica del Mattinale: “Sono mesi che il Mattinale le propone e ripropone, a nome del gruppo parlamentare di Forza Italia. A dimostrazione che Forza Italia come opposizione liberale, insieme radicale e costruttiva, severa e serena, esiste. Ed esistono idee. Certo, non vige qui da noi il pensiero unico. Per cui si litiga pure. Ma senza quel gusto infantile e iconoclasta di chi pensa di essere l’unico bravo a costruire e perciò intanto fa macerie di ciò che c’è”.

 

 

Commenti

In evidenza

contatore di accessi