Stavolta la rete tradisce Renzi globetrotter. In un tweet confonde Strasburgo con Bruxelles

venerdì 21 marzo 11:45 - di Redazione

A forza di correre veloce è incappato in una buccia di banana. Stavolta a tradire Matteo Renzi è stata la rete. Rispondendo a un follower rimasto deluso per l’assenza del premier dal programma Gazebo, preso nel vortice dei tweet   Demolition man ha confuso Strasburgo con Bruxelles. Se fosse stato un turista a spasso per centri storici del Vecchio continente poco male, ma un premier del suo rango dovrebbe conoscere come le sue tasche le sedi istituzionali dell’Europa politica. «Sono a Bruxelles per il consiglio d’Europa –  scrive il premier confondendo il Consiglio europeo con l’organismo paneuropeo con sede a Strasburgo – una delle prossime puntate non mancherò». Una discreta gaffe per chi si candida a governare l’Europa per i prossimi vent’anni: il Consiglio d’Europa,  l’organizzazione internazionale fondata con il Trattato di Londra che oggi conta 47 Stati membri, ha sede nel Palazzo d’Europa a Strasburgo dal lontano 1949. Il Consiglio europeo, invece, riunito in queste ore per discutere del prossimo semestre di presidenza europea, si trova a Bruxelles, come Renzi dovrebbe sapere. Dopo le autocelebrazioni e gli accostamenti all’eroe delle Termopoli e  al David di Michelangelo, arriva la svista in salsa comunitaria come un politico naif alle prime armi. E poi sarebbero i deputati grillini i parvenu della politica dal linguaggio acerbo e dalla vistosa ignoranza? Un po’ di riposo all’ex sindaco di Firenze non farebbe male, prima che confonda Palazzo Vecchio con Giardino Boboli. Forse basterebbe qualche ora di disintossicazione dai social.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

contatore di accessi