Rispunta Prodi e denuncia il rischio di un regime: «La soluzione? Allearci con Macron»

venerdì 5 ottobre 10:39 - DI Monica Pucci

«È un rischio che corriamo. Ci troviamo infatti nel caso in cui chi ha avuto il mandato popolare pensa di avere diritto a fare o a dire qualunque cosa. Come se l’elezione portasse in dote la proprietà del Paese». Lo afferma l’ex premier ed ex presidente della Commissione Ue Romano Prodi, in una intervista al Corriere della Sera, parlando del rischio in Italia di democrazia illiberale. «È una deviazione non solo italiana – sottolinea Prodi – . Penso alla Polonia e all’Ungheria, così vicina al cuore di Salvini. Penso alla scena dei ministri grillini affacciati al balcone di Palazzo Chigi. Commentando e diffondendo quelle immagini Di Maio ha scritto: ‘Da quel balcone si sono affacciati per anni gli aguzzini degli italiani’. Veramente noi non ci siamo mai affacciati al balcone. Dove c’è l’istituzione non ci si affaccia al balcone».

Per Prodi si tratta di una deriva che ha origine “con il Vaffa di Grillo”. Le prossime elezioni europee “possono segnare un punto di svolta. Lo spostamento a destra in corso nel Ppe ci chiede e allo stesso tempo facilita la costruzione di un raggruppamento che veda insieme, non nello stesso partito, ma alleati: socialisti, liberali, Verdi e macronisti. Uno schieramento politico accomunato dalla stessa idea di Europa”. Per l’ex premier serve uno schieramento che proponga “una politica economica da affiancare all’euro; la lotta alle disparità; la difesa comune e una linea condivisa su immigrazione, sicurezza, giovani e lavoro”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • plicrag@hotmail.com 6 ottobre 2018

    Giri a largo . Ha rovinato l’Italia regalando Iri ed Alfa Romeo si dovrebbe vergognare a farsi vedere rappresenta la parte meno presentabile

    • axserra@libero.it 12 ottobre 2018

      A casa!

  • maurizio.pu@emmmepi1.com 6 ottobre 2018

    Anche costui ha ancora l’ardire di proferire parola? un indegno che ha depaoperato la nostra ITALIA di ogni bene con le sue privatizzazioni a prezzo di stock… NOI SIAMO ITALIA, ITALIANI E TALI RIMARREMO…. sei un TRADITORE!!!

  • Giuseppe Forconi 6 ottobre 2018

    Per molti lavoratori arrivare agli 80 anni e’ dura e se ne vanno prima. Costui……. avra’ il coraggio di arrivare a 100….. e sulle nostre spalle, scusate..palle.

  • 6 ottobre 2018

    Ma per piacere Prodi va a dormire, il tuo tempo è passato!!!!!

  • Giuseppe Tolu 5 ottobre 2018

    Chi è rispuntato? Come, non era in catalessi, vai da macron bello, vai, mancava soltanto sto tizio a mandare del tutto a quel paese quel che ha creato. Ma non si vergogna! Non si è ancora accorto del casino che ha combinato

  • barbantig@tiscali.it 5 ottobre 2018

    ma che schifo

  • roccoangela60@yahoo.it 5 ottobre 2018

    Lui è stato a trascinarci nell’euro e in una Europa scellerata,dovrebbe vergognarsi e togliersi per sempre dalla politica….e stato la rovina a dell’Italia!!!

  • max.bialystock@libero.it 5 ottobre 2018

    che disgraziato…dove è passato lui non sono rimaste che macerie
    mi ricordo la tanto amata (per lui) copertina del Times conquestata grazie
    al licenziamento di 110.000, si proprio centodiecimila dipendenti dell’IRI (la più grande azienda italiana ammirata, negli anni 80 e temuta da tutto il mondo) da lui distrutta!
    per comparire sul Times 8e per scodinzolare alle grandi Banche straniere (sempre le solite usuraie che conosciamo bene anche oggi).
    Inoltre faceva le “sedute spiritiche” insieme agli amici ed indico che durante una seduta spiritica sapeva il nascondiglio di Moro “Gradoli” disse tant’è che le forze della Polizzia andarono al lago di Gradoli
    mentre invece Moro, si scoprì dopo l’uccisione, era stato segregato a lungo in Via Gradoli…
    Inoltre, insieme ad Andeatta (lasciamo stare) ha contribuito anche alla separazione fra Banca d’italia e Tesoro
    che fu l’inizio del debito pubblico Italianao in mano alle Banche straniere… e si vede oggi che ci ricattano con lo spread…
    Per cui tutto ciò che pensa, che fa, che indica è una sciagura per l’Italia
    almeno è “uscito allo scoperto” il suo padrone lo ha invitato ad unirsi insieme ad un altro eterodiretto cioè micron dallo stesso padrone.
    Lungi da noi questo signore, in un paese veramente libero ed autonomo sarebbe stato processato, altrochè.
    Mortadellone out.