Oettinger minaccia: «L’Ue boccerà la manovra». Salvini e Di Maio: «Non la cambieremo»

mercoledì 17 ottobre 20:15 - di Redazione

“È stato confermato che la manovra dell’Italia per il 2019 non è compatibile con gli impegni che esistono nell’Unione Europea”. Così il commissario al Bilancio, Günther Oettinger, nell’edizione online di Der Siegel, che minaccia: «L’Ue bacerà la manovra». La lettera Ue  verrà recapitata a Roma domani o venerdì, in occasione della sua missione in Italia. Oettinger interviene poi su Twitter per precisare il senso delle sue dichiarazioni: “È mia opinione personale che, sulla base delle cifre, probabilmente dovremo chiedere all’Italia di correggere la bozza di bilancio. “. Ma la minaccia rimane.

L’Italia, sottolinea Der Spiegel, ha fornito la documentazione a Bruxelles nella serata di lunedì, “all’ultimo minuto”. La Commissione, che pure avrebbe due settimane per elaborare una risposta, sta procedendo a ritmo serrato. La lettera di Moscovici, evidenzia il magazine, non conterrà nessuna controproposta ma si limiterà a segnalare gli elementi della manovra che non rispettano i parametri.

La reazione del governo italiano non s’è fatta attendere. “Siamo convinti della manovra, non la cambieremo. Smettetela e lasciate che il governo italiano lavori per gli italiani” dice da Mosca il ministro dell’Interno, Matteo Salvini. “Oettinger e tutti gli altri commissari aprano le orecchie e ascoltino attentamente prima di sparare sentenze – afferma in un post su Facebook Luigi Di Maio – Un rifiuto a prescindere è intollerabile. Gli impegni saranno rispettati, ma non si può più morire di austerità”. Oettinger e tutti i commissari europei, rincara, “dovrebbero iniziare a comportarsi da persone serie e mordersi la lingua tre volte prima di fare dichiarazioni”. Il ministro del Lavoro annuncia che presto incontrerà “la stampa estera per raccontare la Manovra del Popolo e il premier Conte è a Bruxelles proprio oggi per fare altrettanto con i capi di Stato europei”. Il presidente del Consiglio, a una domanda al suo arrivo a Bruxelles per il Consiglio Europeo, risponde che un “margine di cambiamento” per la manovra economica italiana “direi che non c’è”, visto che “l’abbiamo studiata bene” e “l’abbiamo impostata in un certo modo”. Conte confida “in un dialogo costruttivo” con le istituzioni Ue sulla manovra, “sicuramente avremo delle osservazioni, immagino critiche: ci confronteremo con esse”.

Commenti

Rispondi a Angela Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • roccobello49@hotmail.com 19 ottobre 2018

    l’italie pour aujourd’hui est rassemblés derrière salvini di MAIO et CONTE trois personne d’honneur et qui aime la patrie en avant toute capitaine vive L’ ITALIA*************

  • msborri@tin.it 19 ottobre 2018

    se insisti e resisti….

  • b.gianca@libero.it 19 ottobre 2018

    Spero solo che vadano avanti e non si facciano intimorire come hanno fatto i parass… di prima.. o complici rovina Italia.. forza Salvini..

  • sink2003@libero.it 18 ottobre 2018

    basta con le prove di forza inutili. Siamo dipendenti da questo sistema e sarebbe ora che questa manovra non venisse chiamata del popolo!! Ma quale popolo???!!! lo stesso popolo che distruggendo futuro e presente dei figli e dei nipoti?!! Quanta ignoranza!! Vorrei ricordare che la sovranità monetaria non esiste e che le persone alle quali stiamo dicendo facciamo come ci pare sono le stesse che poi stampano i soldini di cui abbiamo bisogno….e alle quali da tempo dobbiamo dare soldi che non siamo in grado di restituire!! Le stesse che dovrebbero fornirci i famosi 20 miliardini…..sono figure private non pubbliche!! tornare alla lira ??? non è cosa ne semplice ne possibile allo stato attuale delle cose quindi sarebbe opportuno riflettere e sarebbe opportuno che la politica si applichi nell’arte del compromesso ed eviti scontri inutili e dannosi!! Questo significa fare politica!! Siamo un paese che sta dicendo a chi fornisce luce, gas, petrolio ….ecc. che noi facciamo come ci pare e di loro ce ne freghiamo….peccato poi non essere indipendenti e non avere un economia solida!!

  • gdetoffoli@yahoo.it 18 ottobre 2018

    I giornalisti che sono la fonte delle notizie siano più accurati nel darle. Da chi saranno ricevuti ? Sono stati invitati o altro ? Incontri programmati o…. causali o casuali ? Incontri dal vivo, come un pizzino se non è possibile comunicare con mezzi altrimenti tacciabili dai ragazzi di Wiki,,, Chi può stabilire una connessione temporale con quelle delle decisioni a carico del popolo italiano emanate dalla cupola mondiale di Davos? Suvvia il momento è irreplicabile come una prova di omicidio !

  • roccoangela60@yahoo.it 18 ottobre 2018

    Non lasciamoci intimorire da una UE prevenuta nei nostri confronti,avanti tutta Salvini,Di Maio e Conte,non mollate ,pensate al bene dell’Italia !!!

  • Giuseppe Forconi 18 ottobre 2018

    Roba da matti , ma da che gente e’ formata la “UE” ? Ma sono tutti pazzi? Possibile che di 28 stati che ne fanno parte devono sempre e solo rompere a noi?? Quel blaterante Martina cosa ne pensa? Forse gioisce di tutto questo ?

  • 18 ottobre 2018

    Minaccia, minaccia quanto vuoi!!! Italia fa quello che vuole non è una schiava, si ricordi questo il Euro Zone..Viva la Sovranità Italiana..

  • gdetoffoli@yahoo.it 17 ottobre 2018

    Domani Mattarella avrà visite, importanti, addirittura nientepopodimeno di dioMoscovici e dalle sue possenti massoniche mani ricevera’ le tavole della legge e novello mosè le alzerà al cielo con voce tonante e pomposamente incassato fra le imbottiture della giacchetta ed occhiali ben puliti col rosso vetril declamerà a voce sofferta ma stentorea come in un’aula di giustizia, la nuova condanna che l’Europa della massoneria mondiale deviata ha nottetempo e prima ancora di leggere la manovra del def, ha decretato contro l’Italia che si ribella alla schiavitù in gramaglie. E dopo che l’europa ha deciso quanto devono essere lunghe e curve le banane, o grosse de valve delle mazzancolle o quanti marchi del patrimonio alimentare italiano possono essere truccate come il parmisan. Vedremo, ascolteremo, tremeremo ed alzeremo all’indirizzo dei piani alti il nostro miglior medio.