Ict, la sfida dell’intelligenza artificiale: 61 aziende su 100 dice sì ai robot

Il futuro dell’economia? Nei robot. Il 61 per cento delle aziende italiane si dice infatti pronto ad introdurre sistemi di intelligenza artificiale nelle proprie organizzazioni. Solo l’11 si dichiara totalmente contrario. A convincere gli imprenditori ad affrontare questa sfida epocale, la convinzione che i robot rendono il lavoro delle persone meno faticoso e più sicuro (93 per cento), fa aumentare l’efficienza e la produttività (90) e porta a scoperte e risultati un tempo impensabili (85). Questi alcuni dei dati di fondo emersi dal primo rapporto Aidp-LabLaw 2018 a cura di Doxa su Robot, Intelligenza artificiale e lavoro in Italia, presentato a Roma oggi presso il Cnel. Un dato di grande interesse riguarda le modalità con cui i sistemi di intelligenza artificiale e robot si sono “integrati” nei luoghi di lavoro. Per il 56 per cento delle aziende, l’impiego di queste tecnologie è stato a supporto delle persone, a riprova che queste sono da considerarsi principalmente un’estensione delle attività umane e non una loro sostituzione.

 

Presentato al Cnel il Rapporto Doxa sul lavoro
Per il 33 per cento, inoltre,…

Per continuare a leggere l'articolo Abbonati o Accedi