Tumori neuroendocrini: quintuplicati. A Roma nasce una task force

Possono colpire organi molto diversi tra loro come intestino, pancreas, polmoni e tiroide. Sono i tumori neuroendocrini, neoplasie ormonali a bassa incidenza, comunemente conosciute come rare. «Sono patologie sì “rare” ma “non troppo”: sappiamo che le diagnosi di tumori neuroendocrini sono quintuplicate negli ultimi anni e nessuno specialista è in grado di affrontare queste malattie da solo, neanche l’endocrinologo. Per questo abbiamo varato “Nettare” (Neuroendocrine Tumors Task Force): un gruppo multidisciplinare composto da diversi specialisti che si occupano del paziente, dalla presa in carico, alla diagnosi, alla scelta congiunta del trattamento, al ‘follow up'”. Lo ha sottolineato Andrea Lenzi, coordinatore di “Nettare” e tra i relatori del corso Ecm “Up-to-date in tema di diagnosi, terapia e follow-up dei tumori neuroendocrini”  che si è svolto al Policlinico Umberto I di Roma.

La “task force!” promossa dall’Umberto I è composta da…

Per continuare a leggere l'articolo Abbonati o Accedi