Tre tunisini svaligiano una villetta: erano sbarcati a Lampedusa un mese fa

giovedì 1 marzo 11:45 - di Sara Gentile

Tre tunisini, ospiti all’Hotspot di Lampedusa, sono entrati in una villetta. Ma sono stati beccati e arrestati dai carabinieri. Dopo aver forzato una finestra, approfittando dell’assenza del proprietario hanno rovistato e messo a soqquadro tutta le stanze, arraffando ogni cosa.

Tunisini svaligiano una villetta: beccati

Ai tre tunisini, che stavano operando indisturbati, è stato fatale, però, aver acceso la luce di una stanza. Infatti, in quel momento stava rincasando un vicino che si è subito insospettito ed ha telefonato immediatamente al 112. Subito sul posto sono arrivate due pattuglie dei carabinieri, dopo aver circondato la villetta, hanno fatto irruzione all’interno, sorprendendo i tre tunisini ancora con le mani nel sacco. Dai loro giubbotti, durante le perquisizioni, sono saltati fuori gioielli e oggetti di ogni genere, subito sequestrati. «E così – si legge in una nota dei carabinieri –  grazie alla telefonata ricevuta da un cittadino, con l’accusa di furto in abitazione, i carabinieri della stazione di Lampedusa hanno fatto scattare le manette ai polsi dei tre tunisini, un ventenne e due trentenni giunti sull’isola da circa un mese, mettendoli a disposizione della Procura della Repubblica di Agrigento. Tutta la refurtiva è stata recuperata e restituita al proprietario dell’abitazione.

Commenti

Rispondi a AL SOLITO Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Giuseppe Forconi 11 marzo 2018

    Ora abbiamo un 5 stelle ,un PD che ancora respira e una destra coalizionata che ha speso molte parole sulla sicurezza, i rimpatri, le galere e altro. Pertanto tutti queste irruzioni e svaligiamenti dovranno terminare, pazientate e vediamo, caso contrario sara’ il caso di una buona e sana rivoluzione con l’aiuto delle forze dell’ordine e dell’esercito che rientrera’ subito dalle inutili missioni estere , dove le missioni le abbiamo a casa.

  • AL SOLITO 1 marzo 2018

    Questi sono quei disgraziati che a guardarli negli occhi ispirarano a chi gli accoglie solidarieta’ ed aiuti .
    Mi chiedo, quando si incrociano gli sguardi , con quale ispirazione contraccambiano .
    Forse quella di poter far tutto alle nostre spalle . . . anche delinquere senza essere puniti perche’
    sanno che la galera non c’e’ ed essere espulsi non e’ possibile vigendo la conosciuta regola ITALIANA :
    PORTARNE QUA IN QUANTITA’ . . . SI’ SI PUO’ . RIPORTARNE UNO LA’ . . . NO’ !

  • gio 1 marzo 2018

    Risorse della presidenta e del pampero…