La Casellati “prende a schiaffi” la Boldrini: «Chiamatemi presidente» (video)

lunedì 26 marzo 10:01 - DI Federica Argento

«Preferisco presidente». Schiaffo alla Boldrini. La neoeletta presidente del Senato Elisabetta Casellati, a Genova al Teatro Carlo Felice, è stata accolta in modo molto caloroso, ricevendo come regalo dei mazzi di fiori. Al termine dello spettacolo la Casellati ha precisato ai giornalisti che le chiedevano maliziosamente come preferisse essere chiamata: «Chiamatemi presidente, non presidentessa». I cronisti l’hanno assediata chiedendole anche anticipazione e giudizi sul futuro governo: «Vedremo quello che succede. Io credo in quello che succederà. Vediamo», ha detto poi a chi le chiedeva se la sua elezione potrebbe aprire la strada a un’intesa per un governo Centrodestra-M5S e se riterrebbe possibile l’affidamento dell’incarico al leader della Lega Nord Matteo Salvini per la guida dell’esecutivo. Il presidente del Senato, al Teatro Carlo Felice di Genova dove  ha assistito all’opera Rondine di Puccini, diretta dal figlio Alvise, ha poi messo il suo sigillo: «Presidente, prego». Dopo anni di “boldrinate” ossessive e meramente formali sui nomi declinati al femminile anche in contesti cacofonici e improbabili, un applauso alla serietà della Casellati. la seconda caricaha incontrato il sindaco di Genova Marco Bucci con il quale si sono scambiati due battute veloci. “Ha portato il sole a Genova” ha affermato Bucci.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • roberto@danieleroberto.it 28 marzo 2018

    Il titolo di presidente del senato,è riferito a colui o a colei che lo presiede e ne regola le sedute,pertanto e giusto chiamarla presidente, se ci riferisce ad una donna si può dire la presidente,oppure signora presidente.

  • cesco.sanna@tiscali.mail.it 27 marzo 2018

    il Presidente è una figura non un titolo e finalmente c’è chi lo ha capito. Brava Presidente, chi ben comincia è già a metà dell’opera!

  • Umbrobaronci@gmail.com 26 marzo 2018

    La persona giusta al posto giusto.

  • petrachialberto@libero.it 26 marzo 2018

    Grazie Presidente, finalmente una donna con gli attributi, e oggi dopo lo sfacelo della Sinistra degli ultimi anni, l’Italia ha bisogno di gente con gli attributi per governare.

  • an.marconcini@gmail.it 26 marzo 2018

    Detesto l’ex Presidente della Camera che quando parlava sembrava che recitasse non apparendo ma i sincera e spontanea ma una cosa è certa nemmeno Lei voleva che la si chiamasse Presidentessa , pretendeva solamente al posto del signor Presidente la forma femminile di signora Presidente .Anche lei quindi aborriva il femminile di presidente.A volte anche a Voi giornalisti come del resto a tutti i comuni mortali capita di prendere una cantonata , a volte anche a Voi giornalisti capita di odiare a tal punto una persona da trovare appigli inesistenti pur di denigrarla. Tutto ciò è ingiusto e sbagliato ma è quello che spesso succede in tutti gli ambienti ma se non porta danno ad alcuno chi se ne importa.A proposito di Genova ho saputo da amici liguri che la musica è cambiata e questo mi fa piacere perché la città si merita un sindaco alla sua altezza , un primo cittadino competente e onesto e soprattutto in grado di assumersi le proprie responsabilità , Credo che l’ alluvione del 2011 rimarrà impressa a lungo nelle menti dei genovesi per le vittime e i disastri ma anche per il comportamento sleale e spudorato dell’ allora sindaco della città.

  • luciano.pincin@gmail.com 26 marzo 2018

    Se l’ inizio è questo…bene Presidente!

  • patrone.vittoriana@gmail.com 26 marzo 2018

    “Ha portato il sole a Genova” bellissime e condivise parole
    .Grazie Sindaco Bucci