La Casellati “prende a schiaffi” la Boldrini: «Chiamatemi presidente» (video)

«Preferisco presidente». Schiaffo alla Boldrini. La neoeletta presidente del Senato Elisabetta Casellati, a Genova al Teatro Carlo Felice, è stata accolta in modo molto caloroso, ricevendo come regalo dei mazzi di fiori. Al termine dello spettacolo la Casellati ha precisato ai giornalisti che le chiedevano maliziosamente come preferisse essere chiamata: «Chiamatemi presidente, non presidentessa». I cronisti l’hanno assediata chiedendole anche anticipazione e giudizi sul futuro governo: «Vedremo quello che succede. Io credo in quello che succederà. Vediamo», ha detto poi a chi le chiedeva se la sua elezione potrebbe aprire la strada a un’intesa per un governo Centrodestra-M5S e se riterrebbe possibile l’affidamento dell’incarico al leader della Lega Nord Matteo Salvini per la guida dell’esecutivo. Il presidente del Senato, al Teatro Carlo Felice di Genova dove  ha assistito all’opera Rondine di Puccini, diretta dal figlio Alvise, ha poi messo il suo sigillo: «Presidente, prego». Dopo anni di “boldrinate” ossessive e meramente formali sui nomi declinati al femminile anche in contesti cacofonici e improbabili, un applauso alla serietà della Casellati. la seconda caricaha incontrato il sindaco di Genova Marco Bucci con il quale si sono scambiati due battute veloci. “Ha portato il sole a Genova” ha affermato Bucci.