Gli invasori turchi entrano ad Afrin. 150mila in fuga , decine di civili uccisi

I soldati turchi, che dal 20 gennaio stanno conducendo una sanguinosa invasione in Siria, uno Stato sovrano e indipendente, e i ribelli siriani alleati della Turchia hanno preso il controllo del centro della città di Afrin, un’enclave curda nel nord della Siria. Lo ha annunciato trionfalmente il presidente Recep Tayyip Erdogan. La TUrchia è un Paese membro della Nato, ma nessuno degli alleati, né tantomeno l’Unione europea e le Nazioni Unite, hanno protestato per quella che appare sempre più una palese violazione dei trattati internazionali.

Le organizzazioni sovranazioali sono infatti concentrate sulla cieca lotta al legittimo presidente…

Per continuare a leggere l'articolo Abbonati o Accedi