Padova, botte da orbi a due anziani e al cagnolino: già in libertà il marocchino

mercoledì 14 febbraio 13:21 - DI Redazione

Essalihi Tarik è già in libertà, nonostante tutto. Solo due notti in carcere per il marocchino di 39 anni, senza permesso di soggiorno, che a Padova, in via Altinate, aveva aggredito prima una donna anziana, picchiando anche il suo cagnolino,poi un uomo di 60 anni intervenuto in sua difesa, che oggi ha paura: «Resto chiuso in casa, potrebbe farmi del male…». Il pm – racconta il Mattino di Padova – aveva chiesto la misura di custodia cautelare in carcere ma non è stata concessa perchè i reati che gli vengono contestati non supererebbero i tre anni di pena. Gli sono stati contestati i reati di lesioni personali aggravate da futili motivi. Lui si è avvalso della facoltà di non rispondere. Il tribunale ha comunque deciso che il marocchino dovrà presentarsi ogni giorno ai carabinieri di Saonara e andrà a  processo il 19 aprile”.

Sabato scorso, a ora di pranzo, il “gentiluomo” stava correndo con la sua bicicletta sul marciapiede di una strada del centro di Padova quando è incappato nella timida reazione della settantenne col cane: “Fai attenzione”. Tanto è bastato – come racconta il Mattino di Padova – per scatenare il clandestino marocchino, che ha colpito più volte la donna poi ha preso a calci anche il suo cagnolino, quindi si è “dedicato” all’uomo di 60 anni che aveva provato a fermarlo. “Alla fine l’ha arrestato la polizia ma forse non basta a contenere la rabbia di chi ha assistito a quelle scene”, scrive il Mattino, che descrive così quella scena incredibile verificatasi in via Altinate, a mezzogiorno e quaranta del sabato. “Il nordafricano è incontenibile. Lo prende a pugni in faccia, ancora e ancora. I passanti si fermano a guardare e inveiscono finché non arrivano due pattuglie della polizia, una della Squadra volante e l’altra del Reparto prevenzione crimine. Gli agenti si tuffano in mezzo alla bolgia e finalmente immobilizzano il violento”. La polizia l’ha arrestato con l’accusa di lesioni gravi e maltrattamento di animali. I due anziani sono finiti in ospedale. Dopo due giorni il marocchino è stato liberato.

Commenti

Rispondi a Brigante nero Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • laurabovati@yahoo.it 15 febbraio 2018

    Siamo oramai ad un livello di violenza nei confronti degli italiani assolutamente inaccettabile! Questi sono convinti di essere nella giungla!

  • Brigantenero@gmail.com 15 febbraio 2018

    Il centro destra farà quello che dice ripristinando la legalità in Italia.

  • lgthesaint@gmail.com 15 febbraio 2018

    Prova a fare lo stesso ad un marocchino……….
    Stai sicuro che ti darebbero del fascista!!
    E farebbero subito una grande manifestazione antirazzista con tutti i politici di sinistra a braccetto in prima fila!!

  • geom.cockest@yahoo.it 15 febbraio 2018

    portatelo a casa della Boldrini

  • Erminia Fusi Benini 15 febbraio 2018

    Anzitutto una bella retata in tutta Italia per “raccogliere” i clandestini (esclusi coloro che hanno diritto all’asilo ) e poi, via tutti. Ma veramente!! infine fermare gli arrivi!!!

    • marimanzo@gmx.net 15 febbraio 2018

      Sono d’accordo con te Mimma. Mi piace anche che tu non abbia usato parole di odio ma giuste.
      Abbiamo il dovere di tutelare in nostro Paese, i nostri anziani che sono i piu’ deboli e piu’ presi
      dimira.
      Ma chi votare? Di chi fidarsi?

  • PIEROMAGIA@GMAIL.COM 15 febbraio 2018

    MA SIAMO SICURI CHE COLORO AL QUALE DIAMO MENSILMENTE LO STIPENDIO SIANO VERAMENTE QUELLI CHE STANNO AMMINISTRANDO LA GIUSTIZIA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO?
    magistratura VERGOGNOSA!

  • marimanzo@gmx.net 15 febbraio 2018

    Se fossi sicuro al 100% che qualche politico, di qualche partito, ponesse fine a questo scempio
    lo voterei subito per lui…ma ho perso la fiducia e non voto piu’ per nessuno. Sono tutti
    poco seri.

  • albertozorli@alice.it 15 febbraio 2018

    grazie : papa – boldrini – grasso – gentiloni del bel futuro che avremo in Italia

  • silviatoresi@gmail.com 15 febbraio 2018

    A me sembra che le vittime del razzismo siamo noi italiani, quando finiremo di leggere notizie di stranieri pericolosi e impuniti?

  • amerigo.lori@alice.it 15 febbraio 2018

    Ricordiamoli il 4 marzo!

  • carla.rotili@yahoo.it 15 febbraio 2018

    Vergognoso e’ riduttivo vanno cacciati dall’Italia questi energumeni!

  • 14 febbraio 2018

    A commesso un atto criminale, perché è libero???

  • Carlos d'Amore 14 febbraio 2018

    E va bene che ha solo castigato due insulsi Italiani che si sono permessi di insultarlo ma che le orde dei politicamente “scorregge” gliela facciano passare liscia per aver maltrattato il cagnolino mi sembra vergognoso…