Giorgia Meloni mette in riga Formigli: «Avete rotto le palle col fascismo…» (video)

venerdì 16 febbraio 19:57 - DI Romana Fabiani

«Cortesemte, potreste farla finita? Ogni volta dovete chiedermi del fascismo, del nazismo, delle Guerra puniche. Vorrei parlare del terzo millennio, è possibile? Vi ricordo che sono nata nel 1977». Giorgia Meloni non ce la fa più e zittisce i giornalisti di provata fede progressista dallo studio di Piazza Pulita.

Meloni: «Mo basta, avete rotto le palle col fascismo»

Ospite di Corrado Formigli, il direttore de L’Espresso, Massimo Damilano, non resiste alla tentazione di sventolare la bandiera dell’antifascismo militante. E quale occasione migliore della trasmissione del compagno Formigli per chiedere alla leader di Fratelli d’Italia conto sul pericolo e “imminente” ritorno del Ventennio? All’ennesima domanda sul  fascismo la Meloni  perde le staffe: «Se volete farmi ogni volta un esame di storia, facciamolo. Non riesco mai a parlare dei miei programmi perché ogni volta mi chiedete cosa penso del fascismo e delle Guerre puniche. Mi sono rotta le palle, ve lo devo dire». Gelo in studio. Le Guerre puniche no, si sente in sottofondo sussurrare Formigli. «Non ho niente da farmi perdonare, semmai ho dato qualche lezione di democrazia al Pd. Io non ho mai appoggiato governi contro il popolo». Touché.

Commenti

Rispondi a Anna Baraldi Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Luisa Chiodini 17 febbraio 2018

    Complimenti vivissimi alla sig.ra Meloni, donna intelligente, di buon senso, preparata e sempre all’altezza di ogni situazione a differenza, in questo caso di formigli, di piazza pulita e di tutto il palinsesto politico di La7 che manda in onde trasmissioni politiche condotte da giornalisti con pretese di serietà ma ormai inguardabili, faziose e squallide.
    Auguro alla sig.ra Meloni pieno successo e di vederla ricoprire nel prossimo governo un ruolo ancora più importante di quello attuale.
    Alla faccia di tutti questi rosiconi e sinist******.

  • giorgio.conti@unipr.it 17 febbraio 2018

    “ventimilioni di russi”, sono pochi 20 milioni, risultano molti di piu’, piu’ del doppio, senza contare coloro che hanno perso la vita con i “campioni” di democrazia quali Mao Tse Tung in Cina, PolPot in Cambogia,Castro a Cuba, i defunti in Vietnam ed in Corea del nord anche ai giorni nostri. E l’atteggiamento piu’ vigliacco,comunque, il non avere mai condannato con fermezza l’obbrobrio perpetrato dai nigeriani a Macerata. Sbandierano l’antifascismo e lo spauracchio razzista ma non si rendono conto che sono proprio loro con le loro politiche cieche che lo fomentano.

  • Jeekrobot@gmail.com 17 febbraio 2018

    schifosi giornalisti politicizzati, il PD è finito non penso che gli italiani votino nuovamente un partito che ha rovinato l’Italia, complice dell’evasione di clandestini l’aumento della criminalità.. Italiano in massa non votiamo il PD è tutti quelli di sinistra…

  • strega.1968@libero.it 17 febbraio 2018

    E loro che ne pensano di Togliatti coi militari italiani in Russia? Giustificano la sua pedagogia? Mi piacerebbe saperlo dalla loro bocca e senza ipocrisia

  • marimanzo@gmx.net 17 febbraio 2018

    Ho visto Giorgia Meloni nella trasmissione nella quale si e’ incavolata con ragione e invece
    di parlare dei problemi degli italiani si continuava a tormentarla sul fascismo.
    Io ad essere sincera non volevo votare, stanca e delusa da tutti i politici che promettono solo
    per incassare voti. Pero’ ho avuto la netta sensazione che di Giorgia Meloni ci si puo’ fidare
    (speriamo che non mi sbaglio) e ho votato (Io abito all’estero e come ho gia’ detto, noi abbiamo
    gia’ ricevuto le schede elettorali dal nostro Consolato.
    O.K. cari connazionali, dai, stiamo un po’ calmi e abbiamo un po’ di fiducia che presto le cose
    cambieranno! Sempre e comunque W L’Italia !

  • mgm48@libero.it 17 febbraio 2018

    brava giorgia! è ora di finirla con la pseudo-storia. nessuno ha il coraggio di chiedere conto delle nefandezze, degli omicidi , dei ricatti, ecc. comunisti in italia… per esempio la strage di sacerdoti cattolici nel “triangolo rosso” (più di 100), del quattordicenne, martire beato seminarista Rolando Rivi. Tutta la vera Storia insegna, ma ora da questo presente guardiamo al futuro-

  • an_ponte@tiscali.it 17 febbraio 2018

    TUTTI PARLANO DEL FASCIMO MA NESSUNO RAMMENTA COSA FECE IL COMUNISMO BRAVA GIORGIA

  • morelli_p@libero.it 17 febbraio 2018

    Grande Giorgia!!! Intanto, mentre questi continuano a menarla con i fantasmi del fascismo, i “democratici” di sinistra, non contenti del linciaggio di un carabiniere a Piacenza, attaccavano la polizia anche a Bologna per impedire lo svolgimento di un pacifico comizio autorizzato.

  • caput.enrico@gmail.com 17 febbraio 2018

    Bravissima Giorgia,che è stata forse anche troppo paziente e gentile!
    Questi”antifascisti”da strapazzo,non avendo NESSUN ALTRO ARGOMENTO VALIDO da opporre,se la menano con la bufala dell’antifascismo,laddove in Italia,il fascismo non c’è più da ben 73 anni!
    Questo esprime meglio di ogni altra considerazione l’infimo livello culturale e politico dei sedicenti”antifascisti”!

  • adriano.agostini@fastwebnet.it 17 febbraio 2018

    A proposito di Erdogan: avete visto come si è presentato dal Papa e dal Presidente della Repubblica? Con tanta aria di sufficienza e di prosopopea (peggio di come si presentò Gheddafi a Roma tanti anni fa quando pretese la tenda) come se si concedesse o peggio ancora come se lui si sentisse (già) il capo dell’Europa. Certo che l’Europa non ha capito proprio niente e adesso vorrebbe anche far entrare la Turchia in Europa. Se succedesse avremmo “chiuso”: ci metteremmo il padrone.

  • pasqav@alice.it 17 febbraio 2018

    grande giorgia anzi boldrinianamente ..sra presidenta (!!). ho assistito alla trasmissione e ho esultato alla risposta . i nostri sinistri non hanno altri argomenti ma non sanno con chi hanno a che fare , l altra domanda stupida che va in accoppiata e che fanno spesso è chidere ai genitori di figli massacrati , vedi pamela , se perdonano i carnefici …
    se perdonano chi ha

  • vprimon@alice.it 17 febbraio 2018

    Ma perchè continuano a parlare di fascismo e non parlano mai di comunismo regime che loro condividono dimenticando che ha fatto più morti Stalin che Hitler. Basta hanno veramente rotto le palle

  • palloncin@depalloncini.it 17 febbraio 2018

    bravissima meloni !!!!!!!

  • giada2525@gmail.com 17 febbraio 2018

    I Pdioti e i loro simpatizzanti hanno paura del fascismo che citano continuamente perché sanno che la loro fine è vicina!!!

  • isforpe@hotmail.com 17 febbraio 2018

    Se qualche volenteroso de Il Secolo d’Italia avesse la pazienza e la voglia di spulciare fra le teche RAI, troverebbe una divertente intervista radiofonica a Giuseppe SARAGAT, quando era Presidente della Repubblica il quale, parlando di comunismo e “nazismo” e delle rispettive stragi, precisò che di fronte a Peppino Stalin, il cattivo Adolfo Hitler faceva la figura del ladro di POLLI…..parole di Giuseppe Saragat.

    Buona serata
    Rocco Mastrocola – Pescara

  • Walter Cavallo 17 febbraio 2018

    Avrei voluto che ieri sera anche la Santanchè si fosse comportata allo stesso modo della Meloni, invece non ha potuto parlare dei programmi di F.d.I. facendosi condizionare da pseudo giornalisti nonchè PiDioti servi del regime, a queste trasmissioni mandate gente capace di saper reagire a queste provocazioni.

  • s.laterza1@Alicel.it 17 febbraio 2018

    Ottima la Presidente anche se un poco di Olio di RICINO andrebbe bene a questi C******.

  • lucillalibrizzi@libero.it 17 febbraio 2018

    Sono assolutamente d’accordo ……basta nascondersi dietro la paura di un nuovo fascismo per non affrontare i problemi reali !!!!!! Troppo educata …….bisogna mandarli a vai…….sti comunisti ignoranti

  • Valagussa@lispa.it 17 febbraio 2018

    La prossima volta chiedi tu ai “signori” di sinistra che ne pensano di un certo Stalin che ha fatto ammazzare circa 20 milioni di russi (anche loro comunisti, si sa mai che da morti siano diventati di destra…) e vediamo che balla tirano fuori.

  • marco.buonarroti@gmail.com 17 febbraio 2018

    da tempo ho deciso di non vedere più piazza sporca, pardon pulita, l’unico modo di rispondere a formigli è quello di fargli mancare l’audience. Si tratta di coalizzarci, di scrivere a Cairo editore, di fare pubblicità esponendo ad amici a parenti la malafede della trasmissione e di alcuni giornalisti che vi prendono parte. Insomma fare una campagna d’informazione presso tutti quelli che ci sono vicini………..On. Meloni all’inizio della trasmissione che a viva voce che non intende parlare di fascismo ma dei veri problemi di fame degli italiani…………

  • maurizio_turoli@yahoo.it 17 febbraio 2018

    In Italia ige una dittatura parlamentare gestita dalla Trilaterale (Agnelli tra i fondatori) e sostenuta dalla Curia (lo spartiacque tra solidarietà e sfruttamento è labilissimo).
    Noi non gverneremo mai serenamente (cfr gli arteficici delle varie impasse e cadute dei governi di centro-destra).
    Rassegnamoci ad un governo PD 5stelle deririvante o dal mancato notro 40% o dall’interveto della magostratura che scatenerà l’ennesimo conflitto tra Poteri dello Stato (Pirozzi docet)

  • Giuseppe Forconi 17 febbraio 2018

    Certo, brava Meloni, ma tanto tutti i direttori delle piu’ note sinistroidi testate giornalistiche, per il momento inneggiano al fascismo come unica causa del malgoverno, ma che cavolo di cervello hanno? Deve essere ben imbottito di m….. per continuare a biascicare caz….. a tutto spiano. Sono forse ben foraggiati da Renzi e company con soldi che invece potrebbero essere spesi per sfamare un certo numero di ITALIANI, preciso ITALIANI che ne hanno piu’ bisogno e non quella baraonda di immigrati, prepotenti e vandali e anche criminali, o ricevono soldi dai governanti africani come ringraziamento per aver svuotato le loro carceri? Vi aspetto il 4 Marzo bas……..

  • gabriellazonno@yahoo.it 17 febbraio 2018

    Brava Giorgia Meloni ! E qui mi fermo perché se parlo ne avrei da dire tante al centro sinistra ( in particolare al pd e alla gestione di Firenze da parte del pd ) sul concetto di democrazia e di antifascismo !

  • gabriellazonno@yahoo.it 17 febbraio 2018

    Brava Giorgia ! Mo basta con vicende morte e sepolte della storia italiana ( che per fortuna non torneranno più se non nelle menti atrofizzate di esponenti del pd e di certi pseudo democratici, che usano l’antifascismo in realtà come alibi alla loro natura violenta. Ai dirigenti del pd, consiglierei poi di farsi un esame di coscienza prima di giudicare gli altri ( vogliamo parlare di quanto Renzi ha fatto contro i diritti dei lavoratori quando era sindaco di Firenze e di come la giunta pd ami il degrado che guarda caso é molto ben tollerato da tutte le giunte di centro sinistra ? Essere democratici non significa favorire il degrado e la cultura dello sballo ! E io che sono di Firenze vi posso assicurare che in quei pochi casi in cui la giunta ha preso provvedimenti, é stato solo perché i fiorentini onesti erano esausti )
    Perché essere antifascisti non basta dirlo, bisogna dimostrarlo nei fatti. Chi é antifascista, infine, non ha bisogno, di alcuna anagrafe o certificato, perché lo dimostra con i fatti. Chi ha bisogno di certificati, cioè di carte scritte, ha grossi problemi di coscienza ! Poi essere antifascisti non dovrebbe significare essere contro l’Italia, anzi ! I partgiani hanno combattuto per l’Italia non contro l’Italia ( cosa che sta facendo quando tutto il centro sinistra ! E vi ricordo che quando l’Italia ha partecipato alla nascita dell’Europa lo ha fatto a beneficio dell’Italia, non contro l’Italia !

    É assurdo che nel 2018 si debba ancora parlare di fatti avvenuti quasi 100 anni fa !

  • enzo_altieri@libero.it 17 febbraio 2018

    GIORGIA hai parlato con la mia lingua queste zecche comuniste ci hanno invaso la televisione la radio ad ogni momento della giornata e ci vorrebbero fare il lavaggio del cervello, ma non ci riusciranno perché sono e resteranno sempre delle zecche comuniste.

  • waol76@gmail.com 17 febbraio 2018

    Meloni hai anche un bel programma ma mettendoti con Berlusconi hai perso tutta la credibilita’

  • marcelloparsi@alice.it 16 febbraio 2018

    Bravissima! Comunque è tutto fiato sprecato, perché non si può parlare serenamente e razionalmente con chi o per ignoranza o per interesse personale è in perenne malafede.

  • cesco.sanna@tiscali.mail.it 16 febbraio 2018

    ennesima dimostrazione della differenza tra destra e sinistra. a destra anche le donne hanno le palle seppur virtuali, a sinistra anche gli uomini hanno il c*** più per ingresso che per uscita

  • Giuseppe Tolu 16 febbraio 2018

    Anche troppo educata mi pare, forza Meloni, questa volta spariscono

  • aprilia48@yahoo.it 16 febbraio 2018

    Probabilmente I comuniscono sentono vicino la fine. Non sanno piu’ a chi appigliarsi.

  • Fujsun2@gmail.com 16 febbraio 2018

    Brava Meloni.
    Gli unici fascisti rimasti in Italia sono i comunisti.

    • maurocollavini@libero.it 19 febbraio 2018

      Egr. a parlamentare mi piacerebbe sapere perchè Lei ed anche Berlusconi avete votato la riforma Fornero; Non riesco a capirlo!