Giorno della memoria, al Senato le storie della Shoah lette dai bambini

«Il razzismo è in radice incompatibile con qualunque stato di diritto. L’eguaglianza di tutti i cittadini davanti alla legge – proprio il solenne principio espresso dall’articolo 3 della Costituzione repubblicana – è una eguaglianza inscindibile dal valore della tolleranza». Sono frasi scritte nel 1988, a cinquant’anni di distanza dall’«infamia delle leggi razziali», dall’allora presidente del Senato Giovanni Spadolini, nella prefazione al volume L’abrogazione delle leggi razziali in Italia (1943-1987). Reintegrazione dei diritti dei cittadini e ritorno ai valori del Risorgimento, edito dal Servizio Studi della Camera Alta.

Il libro sull’abrogazione delle leggi razziali

Oggi, ottant’anni dopo quelle leggi e alla vigilia del Giorno della Memoria, il Senato della Repubblica prende l’iniziativa di ripubblicare, in copia anastatica, il volume del 1988 nella collana “Biblioteca Italia”, arricchendo la pubblicazione con gli atti del convegno di presentazione dell’opera. Il testo, disponibile sul sito www.senato.it, riporta i contributi di Renzo De Felice, Francesco Margiotta Broglio, Pietro Scoppola, Mario Toscano, Silvio Benvenuto.

Il video con le storie della Shoah lette dai bambini

Il sito del Senato pubblica anche il filmato Per non dimenticare, con interviste a bambini e ragazzi della Scuola Ebraica di Roma che hanno condiviso ricordi familiari legati ai drammatici anni della persecuzione. Le testimonianze sono accompagnate dalla lettura di brani da opere di Primo Levi, Elie Wiesel, Anna Frank, Hannah Arendt e altri autori che sottolineano l’importanza di trasmettere la memoria dell’Olocausto come antidoto all’indifferenza. I lettori sono bambini e ragazzi provenienti da scuole di tutta Italia, ripresi in occasione di visite a Palazzo Madama.