Il junk food rovina i nostri giovani. La disattenzione delle famiglie

A diffondere i dati allarmanti è stata la Giornata Mondiale dell’Alimentazione. Se per gli adulti le cose vanno meglio i bambini in sovrappeso o obesi in Italia sono 10 volte quanti erano nel 1975. Colpa della sedentarietà data dal mondo virtuale e da una disattenzione sempre maggiore delle famiglie che lasciando i ragazzi più soli li allontanano dalla dieta mediterranea. Anche se statisticamente andiamo meglio rispetto a paesi quali Francia, Regno Unito e Stati Uniti il 25% dei bambini è sovrappeso o obeso gettando già da giovane le basi per il diabete o altre malattie che predispongono a disturbi seri. Sedentarietà vuole dire  riduzione dell’attività fisica che è praticata  un po’ meno di una volta dai ragazzini che sono anche più impegnati con la scuola. Allontanarsi dalla dieta mediterranea significa consumare cibi fritti , bevande gassate , utilizzare molto i Fast Food che hanno avuto in questi ultimi anni un incremento esponenziale. Non si mangia a pranzo e a cena ma un po’ a tutte le ore , si moltiplicano le merende alterando quindi il metabolismo che ne risente . Bisognerebbe invece abituare i bambini a mangiare solo cibi sani a pranzo e a cena e a non consumare nulla fuori pasto. Ci sono alcuni ragazzi particolarmente bravi in questo ma, la maggior parte, se non seguiti sono disordinati.