Invecchiamento della mente? Il pisolino aiuta a combatterlo

Come difendersi dall‘invecchiamento mentale che avanza con l’età? Basta prendere un cane, un gatto,  un’iguana o qualsiasi animale domestico: gli studi dimostrano che averne cura rinforza le abilità cognitive e tiene in forma il  cervello. Bisogna anche dormire tanto e bene, e persino l’abitudine del pisolino è utile. Infine bisogna imparare a pensare in modo diverso, come fanno i manager delle grandi aziende quando devono prendere decisioni  importanti. Ecco tre suggerimenti per ritardare il declino cognitivo  di Giuseppe Alfredo Iannoccari, brain trainer, docente alla Statale di Milano e presidente dell’associazione Assomensana – in occasione della X edizione nazionale della Settimana di prevenzione dell’invecchiamento mentale” dal 18 al 23 settembre.

In questa occasione l’associazione metterà a disposizione degli iscritti più di 350 specialisti psicologi, neurologi e geriatri che offriranno una valutazione gratuita per rilevare le condizioni cognitive di ognuno e forniranno consigli utili per ostacolare il decadimento mentale (per info: www.assomensana.it). «Certamente la  compagnia di un animale domestico – spiega Iannoccari – è di grande  aiuto: ai motivi di ordine affettivo, molto importanti soprattutto per affrontare il problema della solitudine nelle persone più anziane, si  aggiungono anche i benefici derivanti dall’avere un impegno e quindi  una serie di faccende da ricordare e svolgere. Dal dare da mangiare ad una certa ora, a ricordarsi gli appuntamenti col veterinario e per la  toilettatura, dal programmare la propria giornata in funzione delle
esigenze dei compagni animali, al pianificare una vacanza tenendo  conto della loro presenza».