Visite record per Colosseo e Fori imperiali. Nonostante Marino e Tronca

Colosseo da record: oltre 6 milioni di ingressi in un anno. È il secondo sito più visitato al mondo dopo la Grande Muraglia. Progetto con la Bocconi per una nuova biglietteria. Il Colosseo, col biglietto unico per l’area Palatino-Fori imperiali, chiude il 2015 battendo ogni record di ingressi: 6.054.515 di biglietti staccati (+5,7% rispetto al 2014). La cifra arriverà a 6.600.000 quando verranno aggiunti gli ingressi con la carta Roma Pass (che assicura il diritto a due biglietti gratuiti a scelta nell’offerta museale romana) e la Archaeologia Card. Nel 2014 i biglietti staccati furono 5.728.591. Tutto questo nonostante l’emergenza terrorismo, che nelle ultime settimane ha rallentato gli ingressi con i controlli e i metal detector, e nonostante le polemiche sindacali o le proteste dei centurioni.

Solo la Grande muraglia cinese fa meglio di Colosseo e Fori Imperiali

Colosseo-Fori-Palatino si confermano – scrive “Il Corriere della Sera” –  il secondo sito archeologico più visitato del Pianeta, dopo la Grande Muraglia cinese, a quota io milioni. Soddisfatto, e preoccupato, Francesco Prosperetti, titolare della Soprintendenza speciale per il Colosseo, il Museo nazionale romano e l’Area archeologica di Roma: «Siamo di fronte a una sfida, più che a un traguardo. Per troppo tempo ci siamo limitati a staccare biglietti. Nel futuro dobbiamo assicurare un’offerta culturale che convinca il pubblico ad apprezzare meglio Palatino e area dei Fori, separando il turismo più consapevole da quello dei clip tour, cioè chi vuole solo «toccare» l’icona Colosseo. Che da solo non può reggere a un aumento cosi costante di visitatori, e rischia il collasso».

Fu Mussolini a volere e creare i Fori imperiali

La soprintendenza sta infatti studiando con l’università Bocconi di Milano un nuovo approccio per la bigliettazione. «Vogliamo attirare l’attenzione del pubblico su spazi meno noti, come la riapertura della Rampa Imperiale di Domiziano. Abbiamo assicurato servizi innovativi, come la recente apertura di un percorso di accessibilità ai Fori per chi ha problemi di movimento o per le famiglie con figli in carrozzina».