Ancora sbarchi, sit-in di FdI al porto di Salerno: in arrivo 650 migranti

Molte bandiere, molti striscioni, in tanti hanno risposto alla chiamata di Fratelli d’Italia nel sit-in al porto di Salerno contro l’immigrazione fuori controllo e coronata dalla demagogia del governo. «L’Italia non può affrontare questa emergenza da sola. Queste politiche sull’immigrazione creano non pochi disagi ai cittadini in termini sociali e in termini di sicurezza. Noi di Fratelli d’Italia abbiamo chiesto al governo italiano di occuparsi seriamente di questa vicenda senza fare demagogia da quattro soldi». Lo ha ribadito, commentando l’arrivo nelle prossime 24 ore di 650 migrantia Salerno, il leader di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni arrivata in città per il sit-in dal tema “No agli sbarchi-#interventoarmato”, sit-in organizzato con militanti e simpatizzanti all’ingresso del Porto di Salerno, in via Ligea. Gli sbarchi infatti on si arrestano dopo le immani tragedie delle scorse settimane.

Sbarchi, Meloni: «Solo demagogia e niente coraggio»

In tanti hanno risposto all’appello dui FdI che da giorni aveva annunciato la sua presenza. Secondo Giorgia Meloni la soluzione sarebbe «avere il coraggio di intervenire in Libia al fianco di un governo legittimo che esiste e che è stato riconosciuto dalla Comunità internazionale per riprendere il controllo delle coste e dei porti della Libia, impedire così a Isis di selezionare chi può e chi non può partire verso casa nostra, aprire in Africa, con una missione europea, dei centri per l’accoglienza dei rifugiati, verificare lì le richieste di asilo politico e distribuire equamente chi ha diritto all’asilo politico in tutti i 28 Paesi dell’Unione Europea». All’incontro hanno preso parte, tra gli altri, Michele Cuozzo, presidente provinciale FdI-AN, Antonio Iannone, presidente regionale FdI-AN, Giovanni Romano, assessore Regionale all’ambiente e l’on. Edmondo Cirielli, componente Ufficio Politico Nazionale FdI-An.

Politiche fallimentari. Protesta la lega antirazzista

«Siamo al Porto di Salerno per denunciare le fallimentari politiche sull’immigrazione del Governo Renzi», scrive la leader di FdI sul proflo Fb a commento delle notizie che parlano di ulteriori sbarchi nelle prossime ore. «Dopo l’ultima tragedia nel Mediterraneo, l’ineffabile Alfano e l’ineffabile Renzi sono venuti in Parlamento a dirci che in Europa avrebbero chiesto una cosa, ma poi dall’Europa hanno ottenuto l’esatto contrario. Nel Consiglio europeo di Bruxelles, Renzi è riuscito a portare a casa due cose. Primo: il rafforzamento di Triton, che tradotto vuol dire più navi per portare gli immigrati in Italia. Secondo: il rafforzamento delle norme sul riconoscimento di questi immigrati, che in parole semplici significa che l’Europa si è garantita che tutti questi immigrati rimarranno in Italia. Quindi, un modo semplicemente idiota e stupido di affrontare questa emergenza, che non risolve né i problemi degli immigrati né i problemi degli italiani». Ua ventina di persone della Lega antirazzista hanno tentato di guastare la festa, inutilmente.