Scuola, precari di Roma in sciopero della fame: «Basta slogan di Renzi»

Sciopero della fame dei precari della scuola di Roma e provincia contro la politica degli slogan di Renzi. L’iniziativa – hanno spiegato i “precari uniti contro i tagli Roma” – sta già raccogliendo un considerevole numero di adesioni da più punti d’Italia. Lo sciopero inizialmente è a staffetta della durata di due giorni, ognuno sceglierà per quanti giorni aderire, ed è rivolto a tutto il personale della scuola (precario e non)».  Numerosi anche i messaggi di solidarietà.

I precari uniti contro i tagli

Per poter aderire basta dare comunicazione all’interno dell’evento Fb al seguente link https://www.facebook.com/events/944064768939949/ «Riteniamo necessario e ormai inevitabile ricorrere a tale azione di protesta – hanno aggiunto – in quanto non siamo più disposti a tollerare le prese in giro del governo Renzi. Mentre continua a slittare la presentazione del ddl scuola, centinaia di migliaia di precari vivono con trepidazione quest’attesa diventata estenuante. Intanto Renzi continua a vomitare slogan, giocando col destino di lavoratori che da troppi anni ormai attendono il riconoscimento dei propri diritti, e una stabilizzazione che sembra non dover mai arrivare. Ma la nostra lotta di fronte a questo scenario sconfortante non si arresta. Chiediamo a gran voce l’assunzione immediata e senza ricatto di tutti i precari della scuola, non subordinata all’accettazione dell’organico funzionale e del progetto di riforma renziano di cui non condividiamo minimamente contenuti e impostazioni. Le assunzioni sono un atto dovuto (si tenga presente la condanna da parte della Corte di Giustizia Europea) e non un’elargizione, dietro ricatto, del governo Renzi».