L’ennesima figuraccia di Fazio: dopo Madonna, anche gli Oasis lo umiliano

«Non capivo le domande, sudavo freddo…», ha confessato Noel Gallagher, ospite domenica scorsa di Fabio Fazio a «Che tempo che fa». È chiaro che il nostro presunto David Letterman italiano si trova molto più a suo agio tra gli amici, i politici e i cantanti della sua crocchia, da Renzi a Saviano fino a Fiorella Mannoia e Gianna Nannini. Ma quando Fazio si trova al cospetto delle star internazionali quel gioco di ammiccamenti, sorrisini, pose incredule, falsi complimenti e superaltivi assoluti non funziona più, l’ospite straniero non capisce, si aspetta domande normali, non teatrini concordati a tavolino. Ecco perché, dopo l’intervista a Madonna, nella quale Fazio era stato zittito più volte dalla cantante,  anche uno dei due fratelli Gallagher, componenti della più famosa rock band dai tempi dei Beatles, gli Oasis, si è sentito in dovere di scrivere su Facebook un post al veleno contro il presentatore italiano: «Questa trasmissione televisiva italiana un vero strazio. E non parlo del playback, ma dell’intervista. Hai una persona in carne e ossa davanti a te che ti fa delle domande in italiano, e un fantasma nell’orecchio che te le traduce in inglese. Di solito è una cosa piuttosto goffa e complicata, ma ecco cosa è successo. E tenete conto che avevo fatte le 5 di mattina, il giorno prima, a fare casino con Nancy».  Ma il problema erano proprio le domande.

Quelle strane domande di Fazio

«Noel, dici di essere uno che non si prende sul serio e che vive alla giornata…. Ho anche sentito dire che sei uno che si rifiuta di ponderare troppo… Quello che vorrei sapere è come sei arrivato a una tale conclusione, alla tua età… E io: “Ehm…non lo so”. Ed è partito uno scroscio di applausi. E lì ho iniziato a sudare», racconta Noel Gallagher, più indignato che divertito. E Fazio? Nega tutto: «Forse il cantante aveva esagerato la sera prima, quella domanda non è mai stata fatta».