Sarkozy taglia i ponti con Le Pen. Nessuna alleanza con il Front National

Nicolas Sarkozy respinge l’alleanza con Marie Le Pen. Di più. Usa toni duri e ultimativi con chi nell’Ump “siglerà accordi con il Front National”. Chiunque dovesse farlo, sarà espulso. La minaccia parte dai microfoni di Europe ed è rivolta ai candidati del suo partito in vista delle amministrative di marzo. “Non voteremo mai per il Front National”, sentenzia. E così l’ex presidente francese risponde alle aperture della Le Pen per costruire, a partire dalle elezioni locali, un fronte articolato contro la sinistra di Hollande.

Sarkozy preoccupato per il calo dell’Ump

Con questa netta presa di posizione, Sarkozy ha non solo tagliato i ponti con il Front National, ma ribadito che uno dei motivi che lo hanno indotto a rientrare in campo è proprio il crescente consenso popolare che sta accompagnando l’ascesa della Le Pen. “Non potevo stare a casa – ha detto – mentre FN stava diventando la prima forza politica del Paese”. Offrendo questa chiave di lettura, Nicolas Sarkozy cerca in sostanza di ritagliarsi uno spazio autonomo sul versante moderato. Una strategia che sembra replicare un vecchio schema della politica francese.

Sarkozy indirettamente aiuta Hollande

Una strategia che non sembra tenere in debito conto la grande sintonia che Marie Le Pen è riuscita a realizzare con la maggioranza dell’opinione pubblica grazie ad un’opera di modernizzazione e di riposizionamento del suo partito. Il Front National della nuova leader è molto diverso dal Front National del passato. Raccoglie consensi nel ceto medio, tra i professionisti e gli operai. Parla un linguaggio attuale e penetrante. Usa argomenti incisivi e propone un progetto di cambiamento rispetto alle politiche europee e a quelle della sinistra di Hollande capaci di calamitare fasce sempre più ampie di cittadini. Tutto questo, evidentemente, dà fastidio a Nicolas Sarkozy che vede sempre più compressa l’area di riferimento per il suo partito.  Gli dà più fastidio di quanto glielo dia un Hollande al potere. Curioso.