Caso-Stacchio, in Lombardia avvocato gratis a chi spara per difendersi

La Regione Lombardia offrirà il patrocinio legale a chiunque venga accusato di eccesso di legittima difesa. L’iniziativa – di cui dà conto oggi la Repubblica, è dell’assessore alla Sicurezza, Simona Bordonali, che ha stanziato un milione di euro per contrastare la criminalità ma anche per difendere legalmente i cittadini che ne abbiamo necessità, loro malgrado, per essere rimasti coinvolti in vicende come quello del benzinaio vicentino Stacchio. La cifra messa a disposizione dalla giunta leghista è di 50mila euro rifinanziabili. L’iniziativa arriva da lontano, ma si collega alla recente disavventura di Stacchio, che aveva ucciso un nomade per difendere una donna minacciata da un’arma.

La proposta della Lega prima di Stacchio

Nel marzo scorso la Lega Nord aveva presentato alla Regione un progetto di legge sulla legittima difesa con l’innalzamento del tetto reddituale per l’ammissione al patrocinio a spese pubbliche. «Di fronte ad una sensazione di insicurezza sociale crescente la Lega pensa a offrire uno strumento di tutela ai cittadini esasperati che difendono l’incolumità propria o dei famigliari da ladri e delinquenti e subito si ritrovano coinvolti in lunghi procedimenti penali accusato di omicidio o di eccesso di legittima difesa», era scritto nella proposta, ora raccolta dalla giunta. La Lega Nord proponeva di alzare il tetto reddituale per l’ammissione al gratuito patrocinio da € 10.776,33 fino a € 70.000,00, la Regione Lombardia, invece, ha previsto la creazione di un fondo da 50mila euro.