Sanremo, Amadeus spoilera la scenografia da Fiorello. E dal palco ci riprova: “Ciuri, torna”

24 Gen 2023 10:21 - di Redazione
Sanremo

L’ultima anticipazione – leggi scoop – sul Festival di Sanremo arriva da Fiorello con Viva Raidue. O meglio, con Amadeus che, in collegamento con amico e trasmissione, gira le telecamere e le indirizza sulla nuova scenografia per la kermesse edizione 2023: un allestimento a cupola che sovrasta e racchiude il palco. Una enorme cupola illuminata che domina sul palco dell’Ariston e abbraccia sotto la sua volta orchestra sinfonica e sezione ritmica. E il pensiero dei più maliziosi “battutari” – ma non certo degli autori di Viva Rai 2 e del suo eclettico conduttore – vola a ben altre cupole, tornate in auge proprio negli ultimi giorni… Ma, sia chiaro, non per associazione di idee. Bensì semplicemente per un beffardo  richiamo terminologico del simbolo architettonico…

Sanremo, Amadeus svela da Fiorello la scenografia “a cupola”

Dunque, Amadeus scalda i motori e tiene accesa l’attenzione su Sanremo. Stavolta, grazie a un collegamento con Fiorello, la chicca regalata al pubblico riguarda la scenografia del festival che si aprirà tra due settimane, martedì 7 febbraio. E che il conduttore e direttore artistico della kermesse mostra in un video realizzato per la trasmissione dell’amico. Nella nuova scenografia, disegnata da Gaetano Castelli, una cupola disseminata di luci sovrasta il palco e incornicia la scala per l’ingresso in scena. Subito sotto al palco, ben visibile e divisa in due golfi mistici tondeggianti, l’orchestra che vede da un lato la sezione ritmica e dall’altra i fiati e il coro. Nel mezzo la scala che scende in platea.

Il refrain di Amadeus per Fiorello. «Ciuri ti aspettiamo»

L’occasione è ghiotta: e Amadeus non si fa sfuggire l’occasione per tornare a invitare Fiorello all’Ariston. «Lo aspettiamo. Mica lo dico io, lo dicono loro», dice scherzando con le maestranze che incontra sulla scena. Così rilancia un tormentone che accompagnerà il festival probabilmente fino alla chiusura. Fiorello ha già detto che non andrà a Sanremo anche perché impegnato all’alba a Roma con Viva Rai2. Ma il programma va in onda fino al venerdì. Dunque, non sarebbe impossibile per lo showman raggiungere Sanremo in tempo per un’incursione sul palco nella finale del festival, sabato 11 febbraio. Lui e il suo team per ora negano. Ma con Ciuri, come lo chiama Amadeus, il “mai dire mai” è d’obbligo.

Non solo Sanremo: la gag sul ministro Sangiuliano e la Gioconda…

E non è tutto. Perché non si è parlato solo di Sanremo nella puntata di oggi di Viva Rai2, punteggiata da diversi momenti di satira anche politica: un Cinegiornale in stile Ventennio sulla visita della premier Giorgia Meloni ad Algeri. La richiesta rivolta con un coro al ministro Sangiuliano di riportare in Italia la Gioconda («in cambio gli facciamo avere un posto da 1200 euro in platea a Sanremo, in terza fila, dietro la Parietti»).

Scoop, inchieste e ospiti: nello show di Fiorello di tutto un po’. Ma sempre con ironia

E poi ancora. L’inchiesta di Manuela Moreno del Tg2 per la serie “Le inchieste di Viva Rai2” sugli orfani del complottismo che, dopo la fine della pandemia, ha coinvolto anche Jovanotti («l’ombelico del mondo non è un ombelico» e «l’uomo deriva dalla papaya»). Ospite musicale, infine, Guè Pequeno. Mentre Max Giusti si è trasformato in uno spettatore in vestaglia con «una risposta per tutto».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SUGERITI DA TABOOLA