Migranti, Fitto sbugiarda la sinistra: “Dalla Svezia nessuna presa di posizione contro il governo”

4 Gen 2023 19:52 - di Angelica Orlandi
Migranti Fitto

Schiaffo all’Italia, schiaffo alla Meloni“, titolano siti e giornaloni gongolanti, da Repubblica al Fatto. Sul caso della Svezia, del suo “no” agli accordi sui migranti dichiarato in un’intervista di Lars Danielsson, l’ambasciatore della rappresentanza permanente della Svezia presso l’Ue, al Financial Times è in atto una vera e propria “disinformazia“. Che il ministro Raffaele Fitto smina dalle fondamenta. Le parole dell’ambasciatore svedese sono state del tutto banalizzate e finalizzate qui in Italia a descrivere una presa di posizione contro l’Italia a trazione centrodestra. Rimette in chiaro la questione il ministro. “Le dichiarazioni rilasciate oggi al Financial Times dal Rappresentante permanente svedese presso l’Unione europea Danielsson non solo non rappresentano una presa di posizione contro alcuno Stato membro specifico, tantomeno contro l’Italia; ma soprattutto non possono in alcun modo essere strumentalizzate politicamente a livello nazionale“.

Svezia, la stampa di sinistra gongola : “Schiaffo alla Meloni”. Ma non è vero

In realtà così è stato: per Repubblica abbiamo “Lo schiaffo al governo Meloni della Svezia sovranista”. Per La Stampa: “La Svazia sovranista dice no all’accordo sulla ripartizione dei richiedenti asolo entro il 2023”. Per il Fatto: “La destra svedese (alleata di Meloni) frena sulla redistribuzione dei migranti”. Chiarisce Fitto: “La questione migratoria, soprattutto grazie all’azione del Presidente Meloni, è, per la prima volta, alla massima e urgente attenzione dell’Unione europea. E sarà uno dei temi principali all’ordine del giorno del prossimo Consiglio europeo. Quello cui si riferisce l’Ambasciatore Danielsson nella sua intervista è la riforma strutturale e complessiva del sistema di asilo europeo. La quale, proprio perché destinata al superamento delle attuali regole, tra cui Dublino, è un dossier molto complesso dove gli interessi nazionali dei singoli Stati membri sono molto sentiti e diversi”.

Migranti, Fitto :”Nessun no dalla Svezia agli accordi”. Ecco la verità

Dunque spiega Fitto, “come tutte le riforme strutturali a livello europeo, anche questa potrebbe richiedere dei tempi più lunghi. Si tratta di una circostanza normale, quasi fisiologica. L’Italia intende affrontare il negoziato con un atteggiamento costruttivo e sosterrà gli sforzi della Presidenza svedese in tale direzione”. E se a chi tifa contro l’Italia e il governo non bastassero queste parole di chiarezza, il ministro aggiunge: “In questa prospettiva mi recherò a Stoccolma già la settimana prossima per un incontro con la mia omologa svedese Roswall. Per discutere anche di questo e per ribadire la volontà del governo italiano di avviare una proficua collaborazione con la presidenza Svedese. Non è nostro interesse né tantomeno nostra intenzione accettare un compromesso ad ogni costo o al ribasso. Anzi, a differenza di come è stato fatto in passato, difenderemo gli interessi nazionali senza alcun arretramento né ambiguità.”

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SUGERITI DA TABOOLA