È un clochard polacco l’accoltellatore della giovane israeliana a Termini: caccia all’uomo in tutta Roma

3 Gen 2023 11:40 - di Vittorio Giovenale
clochard polacco, termini ragazza israeliana

E’ stato identificato l’uomo che, la sera del 31 dicembre scorso, ha accoltellato una ragazza israeliana di 24 anni alla stazione Termini, a Roma: si tratterebbe di un clochard polacco di 25 anni, che viene ricercato. Deve rispondere di tentato omicidio. Come riporta Corriere.it Aleksander Mateusz Chomiak, ricercato per furto da Grudziądz, città della Cuiavia-Pomerania. Solo il 27 dicembre scorso era stato fermato per un controllo dalle forze dell’ordine e poi rilasciato. 

Chi è il clochard polacco: identificato dal video

L’accusa nei confronti del giovane polacci, probabilmente un senza fissa dimora, e’ quella di tentato omicidio. La ragazza e’ stata accoltellata mentre era davanti alla biglietteria automatica. Ad incastrare il giovane diverse immagini filmate che hanno ripreso l’intera aggressione e anche il volto dell’uomo. In un video si vede un uomo vestito di scuro che indossa un cappello con visiera e in mano ha una busta blu. La 24enne e’ di spalle, indossa uno zainetto rosso, e sta per acquistare un biglietto. L’uomo le si avvicina da dietro e sembra stringerla col braccio sul collo e forse in questa occasione sferra un primo fendente. Poi un secondo. La vittima viene scaraventata a terra, poi si alza e sembra tentare una reazione cercando di colpire l’uomo. Lui pero’, con la mano destra, sferra un terzo colpo. A quel punto la ragazza si allontana stringendosi le mani all’addome, mentre l’uomo scappa via nella direzione opposta, infilando nel sacchetto blu cio’ che teneva nella mano destra. In un altro video, invece, c’e’ il viso dell’aggressore e proprio questo e’ stato determinante per la svolta delle indagini.

Stazione Termini: scattano i controlli antidegrado

Ieri pomeriggio i Carabinieri della Stazione di Roma Macao e quelli del Nucleo scalo Termini hanno eseguito un servizio straordinario di controllo nell’area della stazione Termini e le vie circostanti fino a tutta piazza dei Cinquecento, dove in questi giorni è numerosa la presenza dei turisti per le festività e dove alla vigilia di Capodanno la 24enne israeliane è stata aggredita da un uomo con tre coltellate. L’attività rientra nell’ambito di un più ampio piano strategico pianificato dal Comando Provinciale dei Carabinieri di Roma per prevenire e reprimere reati di natura predatoria e contrastare situazioni di degrado, abusivismo e illegalità, in linea con l’azione fortemente voluta dal Prefetto Bruno Frattasi in seno al Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica. Nel corso dell’attività i militari hanno denunciato a piede libero 5 stranieri, mentre 9 persone sono state sanzionate amministrativamente. Quattro persone sono state denunciate, poiché sorprese in violazione del divieto di ritorno nel Comune di Roma, emesso nei loro confronti mentre una è stata sorpresa dai militari mentre molestava i viaggiatori all’interno della stazione Termini, avvicinandosi con insistenza, richiedendo loro l’elemosina ed offrendo assistenza nei pressi delle biglietterie. Altre 9 persone, infine, sono state sanzionate, 8 per violazione del divieto di stazionamento nei pressi della stazione Termini e una poiché trovata in possesso di modiche quantità di droga ad uso personale.

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

  • Tito Gattoni -psichiatra- 4 Gennaio 2023

    Il problema degli ammalati mentali pericolosi non si risolve aumentando la polizia o mettendoli in comunità o carcere, ma ripristinando strutture e leggi, che fino a pochi anni fa esistevano, strutture statali atte alla prevevzione, sopratutto in soggetti che avevano avuto precedenti T.S.O,; per evitare che commettano reati per poi intasare le carceri o le R.E.M.S., che non hanno adeguate strutture riabilitative per psicotici, come l’aveva l’ospedale psichiatrico giudiziario di Castiglione Delle Stiviere, il più avanzato nel mondo, infatti molte delegazioni straniere si erano succedute, dalla Germania,Austria, Spagna, Olanda, Inghilterra e finanche dal Giappone, per visitare tali strutture.

  • SUGERITI DA TABOOLA