I vescovi tedeschi dal Papa: “Niente scisma, ma dialoghiamo su coppie gay e donne prete”

19 Nov 2022 15:22 - di Giovanni Pasero
scisma, chiesa tedesca

”Non c’è alcuna intenzione da parte dei vescovi tedeschi di mettere in piedi uno scisma: siamo cattolici e quello vogliamo rimanere”. Lo ha sottolineato il presidente dei Vescovi tedeschi, mons. Batzing, intervenendo in conferenza stampa al termine degli incontri in Vaticano con il Papa e la Curia. ‘

I vescovi tedeschi in Vaticano: dialogo possibile, ma resta la preoccupazione

‘Il dialogo è possibile”, ha detto Batzing, come riporta Vatican news, mettendo sul tavolo ”tutto, tutto”: critiche, irritazioni, proposte, riserve ”di Roma” e perplessità sul percorso sinodale avviato nel 2018 in Germania con laici e sacerdoti che discutono di tematiche come sacerdozio femminile, celibato, morale sessuale, benedizione alle coppie gay. ‘”Non toglierò” la possibilità di benedire quelle coppie omosessuali che “credono e chiedono la benedizione di Dio”, ha detto il prelato tedesco.

Il rischio scisma: la chiesa tedesca a rischio protestantizzazione

‘Preoccupato” è Bätzing perché proprio su queste tematiche rimangono ”divergenze” tra la Chiesa in Germania e la ”Chiesa di Roma”. Ieri – come riportava la nota congiunta dei Vescovi tedeschi e della Santa Sede – un cardinale ha presentato una proposta di ”moratoria” per il cammino sinodale tedesco. ”Significava uno stop per il nostro percorso. Non è una opzione, non è una soluzione, tanti vescovi l’hanno detto in modo chiaro, quindi è stata tolta dal tavolo”, ha detto Bätzing, affiancato da Beate Gilles, prima donna eletta segretaria generale di una Conferenza episcopale. ‘

“Le richieste in Germania possono espandersi ovunque”

‘Anche io – ha aggiunto – ho avuto il ruolo del bad guy nel colloquio… La preoccupazione estremamente forte è che il cammino sinodale in Germania possa essere un incendio che si espande ovunque. Si voleva limitare questa cosa in qualche modo. Ma abbiamo già detto che questo non è possibile in questi tempi, non è possibile bloccare delle cose. Non fa parte della cultura della sinodalità intimidire, intimorire. Se fosse mai stato un metodo, non è stato il metodo giusto”.

Non da ultimo, il Papa nella recente intervista con la stampa in aereo di ritorno dal Bahrein ha messo in guardia la Chiesa tedesca dal rischio di una “protestantizzazione”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SUGERITI DA TABOOLA