I Ricchi e Poveri salutano Franco Gatti: «Oggi va via un pezzo della nostra vita». L’omaggio della Meloni

18 Ott 2022 20:59 - di Fortunata Cerri
Franco Gatti

«Oggi va via un pezzo della nostra vita. Ciao Franco». Così i colleghi della storica band italiana dei Ricchi e Poveri salutano su Twitter Franco Gatti, scomparso oggi a 80 anni dopo un periodo di malattia. Parole di cordoglio per la scomparsa dell’artista arrivano dal mondo della politica, da amici, colleghi.

Meloni: «Con Franco Gatti se ne va pezzo di storia della musica»

Tra i primi commenti ad arrivare quello di Giorgia Meloni che su Twitter ha scritto: «Se ne va un pezzo di storia della musica italiana, un uomo che ha affrontato con grande dignità le dolorose sfide della vita. Ciao, Franco. #ricchiepoveri”». Anche il leader della Lega, Matteo Salvini con un tweet ha ricordato lo storico componente della band: «Addio a Franco Gatti, storico componente dei Ricchi e Poveri. Quante serate in compagnia delle loro canzoni. Una preghiera per lui e un abbraccio a quanti gli hanno voluto bene».

Franco Gatti, il cordoglio di amici e colleghi

E poi una valanga di messaggi di amici e colleghi. «Franco, amico caro, fai un buon viaggio e che la terra ti sia lieve». Così Enzo Ghinazzi, in arte Pupo, ha ricordato l’amico scomparso. Simona Ventura, dal canto suo ha scritto: «Che dispiacere la morte di Franco Gatti dei Ricchi e Poveri. Come se fosse mancata una persona vicina… Questi gruppi non solo fanno parte del nostro patrimonio musicale, ma fanno parte del Dna del nostro Paese».

Il ricordo Amadeus

Mentre Amadeus si è detto «addolorato per la morte di Franco Gatti. Ho avuto il piacere e la fortuna di incontrarlo tante volte nel corso degli anni. Appartiene, con i Ricchi e Poveri, alla storia della musica italiana». Amadeus, che nel suo primo Sanremo nel 2020 ospitò La Réunion dei Ricchi e Poveri, ricorda così Franco Gatti. «Ha sofferto tanto per la morte del figlio Alessio, avvenuta nel 2013. È stato un dramma – ha affermato Amadeus –, un qualcosa che nessun genitore dovrebbe subire. Da allora ha deciso di non calcare più i palchi con i suoi compagni. Personalmente l’ho rivisto a “Ballata per Genova” (2019) e al Festival di Sanremo (2020) e credo che siano stati tra i momenti più belli degli ultimi 10 anni della sua vita. Il mio pensiero va innanzitutto alla sua famiglia, alla moglie Stefania e alla figlia Federica. Ma anche ai Ricchi e Poveri e a tutte le persone che hanno lavorato con lui».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SUGERITI DA TABOOLA