Addio ad Antonio Del Prete, per tutti Niní. Un galantuomo d’altri tempi: il ricordo di Giuseppe Valentino

20 Ott 2022 15:43 - di Priscilla Del Ninno
Antonio Del Prete

Antonio Del Prete (Taranto, 26 dicembre 1934-Torricella, 17 ottobre 2022), per tutti Ninì, è stato un politico e un avvocato, oltre che sindaco di Torricella negli anni Settanta. Poi senatore del Movimento Sociale Italiano dal 1983 al 1987. E deputato di Alleanza Nazionale dal 1994 al 1996. Nel 2004 è stato candidato presidente della Provincia di Taranto per Alternativa Sociale. E sempre nel 2004 è stato in lizza per il Parlamento europeo per la stessa lista. Del Prete si è spento ieri nella sua casa di Torricella, all’età di 87 anni.

Addio al senatore Antonio Del Prete, per tutti Niní

Personalità di spicco nella dialettica della destra pugliese, Antonio Del Prete è stato anche assessore provinciale di Taranto a metà degli anni Novanta con la vice-presidenza di Pierfranco Bruni. Storico amico di Giuseppe Tatarella lungo il tracciato di Giorgio Almirante. E partecipe della svolta di Fiuggi, chi lo ha conosciuto lo descrive come un uomo moderato. Una personalità brillante e un rappresentante attivo delle istituzioni, che nella sua vita pubblica si è dimostrato sempre acuto e particolarmente abile nel parlare alle giovani generazioni.

Il ricordo di Giuseppe Valentino

«Una persona di cultura, un gentiluomo e un galantuomo – ricorda il Presidente della Fondazione An, Giuseppe Valentino –. Una persona capace di esporre sempre con garbo ed eleganza, anche in chiave di dissenso, proposte concrete e indicazioni teoriche. Un politico convinto delle proprie idee, generosamente impegnato nel formularle e moderato nel proporle e presentarle». E ancora, prosegue Valentino: «Un avvocato scrupoloso e un amico di vecchia data, a cui mi legano ricordi di viaggi e lunghe conversazioni… Perché Antonio Del Prete era anche un affabulatore con cui era piacevole conversare».

«Politico di spicco della destra pugliese e un gentiluomo d’altri tempi…»

«Un politico acuto e pieno d’entusiasmo che profondeva senza riserve nelle sue battaglie», legali o politiche che fossero. «Con lui» – conclude Giuseppe Valentino – «se ne va una parte significativa della nostra comunità umana e politica, per cui Antonio Del Prete ha avuto e rappresentato un ruolo di primo piano in Puglia». Una figura, la sua, che nel racconto di amici e colleghi, resterà indelebile per quel votarsi a una politica sociale profondamente radicata sul territorio.

«Un amico e un politico su cui si poteva sempre contare»

E, soprattutto, una politica praticata come costruttivo strumento di democrazia, attraverso il quale fornire risposte idonee alle necessità comuni. Una figura di primo piano della scena politica e sociale pugliese, di cui Del Prete ha incarnato le istanze con disponibilità, pragmatismo, generosità e affidabilità inconfutabili. E, come ci ha ricordato Valentino rivolgendogli un ultimo saluto, da «signore d’altri tempi… Da amico e politico su cui di poteva fare sempre contare».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SUGERITI DA TABOOLA