Sicilia, sondaggio Noto: Schifani avanti tutta, per Letta si profila un’altra Caporetto: i dati dei candidati

7 Set 2022 17:41 - di Adriana De Conto
Sicilia sondaggio Noto

Come la giri la giri, i sondaggi di qualunque istituto di ricerca si stanno rivelando una débacle per Letta. Il Pd si distacca sempre più dalla vetta rappresentata da Fratelli d’Italia. Ma la probabile Caporetto potrebbe essere ancora più pesante se aggiungiamo un altro dato: il  sondaggio sulla Sicilia. Che potrebbe rendere ancora più rovinosa la giornata del 25 settembre per la sinistra tutta.

Sicilia, Sondaggio Noto: Schifani avanti con il 42 per cento dei consensi

A mettere angoscia al Nazareno sono infatti le rilevazioni che arrivano  dall’Istituto Demoscopico Noto Sondaggi sulle intenzioni di voto dei siciliani. Risultati resi noti da Bruno Vespa durante la puntata di Porta a Porta nella quale è stata ospite Giorgia Meloni. Il 25 settembre in tutto il territorio siciliano si voterà anche per la presidenza della Regione, che vede  sfidarsi Schifani per il centrodestra e la Chinnici per il centrosinistra. L’election day potrebbe rivelarsi devastante per il Pd di Enrico Letta. Per il campione di Noto, infatti,  Renato Schifani  sarebbe avanti con il 42% dei consensi. Seguirebbero a grandi distanze Caterina Chinnici del Centrosinistra con il 25%, Nuccio di Paola del M5S con il 15%; Cateno De Luca di “Sud chiama Nord” con il 12%, e Gaetano Armao del Terzo Polo con il 4%. Un’altra disfatta che rinvierebbe il segretario dem direttamente a un congresso straordinario per cedere la mano a Bonaccini o quantomeno a un processo interno. Il che renderebbe plausibile lo scenario delineato da molti opinionisti di un Letta che si riavvierebbe molto presto sulle strade di Parigi.

 

Per il campione di Noto, pr quanto riguarda i dati nazionali Fratelli d’Italia  sarebbe il primo partito italiano con il 24,3 % (+0,8). Al secondo posto il PD+Art 1-PSI al 19,5% (-0,5): risultato superiore alle più pessimistiche aspettative in quanto al di sotto della sogia del 20 per cento. Segue il M5s al 13,5 (+1) la Lega con il 13% (-0,5), Azione – Italia Viva 7,7% (-0,3), Forza Italia al 6,9 (-0,6) %, Sinistra Italiana-Europa Verde 2,7% (-0,3), Italexit per l’Italia 2,7 (+0,7), Noi Moderati 2.5% (-), Impegno Civico 2,2 (+0,7) +Europa 1,3% (-0,7). Gli indecisi scenderebbero di 2 punti, al 28%.

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SUGERITI DA TABOOLA