La Cirinnà protesta al seggio: «La divisione dei registri elettorali per maschi e femmine va superata»

25 Set 2022 18:43 - di Redazione
Cirinnà

Anche oggi, nel giorno del voto, Monica Cirinnà – la senatrice candidata al Senato per il centrosinistra – ha trovato qualcosa su cui eccepire. E appena uscita dal seggio è corsa al computer a postare prontamente su Facebook: «Ho votato! E ho portato con me una dichiarazione scritta con la quale ho chiesto di mettere a verbale che la divisione dei registri elettorali per maschi e femmine va superata. È un ostacolo all’esercizio del voto delle persone trans e non binarie che, in questo modo, sono costrette a fare coming out».

La Cirinnà al seggio se la prende coi registri elettorali…

E dopo la “pars destruens”, ecco arrivare il suggerimento “costruens”, che la Cirinnà ha lanciato sempre dallo stesso post: «Si potrebbero, invece, dividere elettrici ed elettori in ordine alfabetico in base al cognome. Come succede altrove. Nessuno dovrebbe sentirsi discriminato, mai. Soprattutto quando esercita un diritto fondamentale come votare. Potete farlo anche voi, se volete. Buon voto a tutte e tutti», conclude il messaggio social della senatrice dem, in prima fila per i diritti delle coppie Lgbtq e paladina del ddl Zan… anche al seggio elettorale, l’ultimo spazio in cui -prendendosela coi registri delle liste elettorali – la Cirinnà è riuscita a polemizzare contro l’ultima “scorrettezza” in corso…

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SUGERITI DA TABOOLA