Peskov: la Russia rispetterà gli obblighi sulle forniture di gas. Ma Gazprom chiude per 3 giorni

30 Ago 2022 13:44 - di Paolo Lami

Da domani e per tre giorni Gazprom chiuderà il gasdotto Nord Stream 1 per provvedere a lavori di manutenzione dell’unità di pompaggio ma, ha assicurato il portavoce del Cremlino, Dmitry Peskov, nel corso della consueta conferenza stampa quotidiana, “la Russia è pronta a rispettare i suoi obblighi sulle forniture di gas.

Semmai, ha aggiunto Peskov, “a ostacolare le esportazioni russe sono solo i problemi tecnici derivanti dalle sanzioni”.

Intanto la società di fornitura energetica francese Engie ha riferito che il colosso russo Gazprom ha operato a partire da oggi una riduzione del flusso di gas fornito, già notevolmente diminuito dall’inizio della guerra in Ucraina, a seguito del disaccordo tra il parti nell’applicazione di alcuni contratti.

Gazprom ha informato Engie di una riduzione delle consegne di gas, ad oggi, a causa di un disaccordo tra le parti sull’applicazione di alcuni contratti”, ha spiegato la società che è un player mondiale del settore in un comunicato. In tal senso, Engie ha ricordato che la fornitura di Gazprom era notevolmente diminuita dall’inizio della guerra in Ucraina, alla fine dello scorso febbraio, con un flusso mensile recente di circa 1,5 TWh, a fronte di forniture annue complessive di Engie in Europa superiori a 400 TWh.

L’utility francese ha sottolineato di essersi già assicurata i volumi necessari per far fronte ai propri impegni verso i propri clienti e alle proprie esigenze, dopo aver messo in atto diverse misure per ridurre significativamente l’impatto finanziario e fisico diretto che potrebbe derivare da un’interruzione della fornitura di gas di Gazprom.

Oggi, nelle prime ore delle contrattazioni, il prezzo del gas ha toccato un massimo a 284 euro per poi rallentare. All’hub olandese Ttf si attesta attualmente a 278 euro al mwh in rialzo dell’1,98 per cento.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SUGERITI DA TABOOLA