Libri: il primo settembre arriva il nuovo James Bond, il primo firmato da una donna

27 Ago 2022 17:56 - di Redazione
James Bond

James Bond è scomparso senza lasciare tracce: è stato catturato, forse addirittura ucciso, da una sinistra compagnia militare privata. Il mistero sulla sorte dell’agente segreto più famoso della letteratura e del cinema è alla base di “Double or Nothing”, il nuovo romanzo che continua la saga di 007, per la prima volta affidato a una donna, la scrittrice inglese Kim Sherwood: sarà pubblicato da HarperCollins in Gran Bretagna e in altri paesi di lingua inglese giovedì 1° settembre. 

Al tempo stesso gli eredi dello scrittore inglese Ian Fleming (1908-1964), il creatore dell’agente al servizio di Sua Maestà, riuniti nella Ian Fleming Publications, hanno autorizzato la nascita di una nuova generazione di agenti Double O per il XXI secolo, affidando a Sherwood il compito di scrivere tre storie di spionaggio “audaci, veloci e sexy”, per “espandere l’universo di Bond” oltre i confini conosciuti dai fan della saga. E nell’immaginazione di Sherwood, il mondo dei servizi segreti è meno bianco e meno maschile di quello raccontato finora in tanti romanzi e film.

Le nuove spie che si affacciano nella trilogia sono stati reclutati dall’MI6 per combattere una minaccia globale finora sconosciuta: sono Johanna Harwood 003, di madre algerina e ex amante di James Bond; il giamaicano Joseph Dryden 004; l’asiatico Sid Bashir 009. Sono tutti estremamente abili, spietati, con licenza di uccidere e farebbero qualsiasi cosa per proteggere il loro Paese. Il mistero della sparizione di Bond dovrà essere risolto dai tre nuovi abilmente gestiti da Miss Moneypenny.

Sherwood ha dichiarato che James Bond è “uno degli amori duraturi della mia vita da quando ho visto per la prima volta l’attore Pierce Brosnan tuffarsi dalla diga in ‘GoldenEye’. Da adolescente, scelsi Fleming quando il mio insegnante di inglese ci chiese di scrivere su un autore che ammiravamo. Da allora, ho sognato di scrivere un libro di James Bond”. La giovane narratrice di 33 anni ha vinto il Bath Novel Award del 2016 per il suo romanzo di debutto “Testament” ed è stata inserita nella shortlist per il Sunday Times Young Writer of the Year nel 2019.

“È raro che i sogni si avverino, e sono grata alla famiglia Fleming per questa incredibile opportunità – ha detto Sherwood all’Adnkronos -. Mi sento onorata di essere il primo romanziere ad espandere l’universo Bond attraverso il settore Double 0, portando nuova vita ai vecchi e amati personaggi e a crearne di freschi per il canone di 007. Se da una parte mi sembrava fondamentale onorare Fleming, dall’altra era importante portare i suoi personaggi nel XXI secolo I precedenti autori che hanno continuato la serie di spionaggio ideata da Fleming sono stati Kingsley Amis, Sebastian Faulks, Anthony Horowitz, William Boyd e John Gardener.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SUGERITI DA TABOOLA