Covid, l’Iss: scende la pressione sui reparti, Rt in calo. Due regioni a rischio moderato

12 Ago 2022 11:20 - di Mia Fenice
Covid

Scende ancora la pressione sui reparti Covid. “Il tasso di occupazione in terapia intensiva è in calo al 3,2% (rilevazione giornaliera ministero della Salute al 11 agosto) contro 3,6% (rilevazione al 4 agosto). Il tasso di occupazione in aree mediche a livello nazionale scende al 13,0% (rilevazione al 11 agosto) contro 15,2% (rilevazione al 4 agosto)”. Lo sottolinea il report Covid-19 con i i dati principali del monitoraggio della Cabina di regia dell’Istituto superiore di sanità (Iss)-ministero della Salute.

Covid, il report dell’Iss

Continua a migliorare la situazione Covid in Italia. “Scende l’incidenza settimanale a livello nazionale: 365 ogni 100.000 abitanti (5-11 agosto) contro 533 ogni 100.000 abitanti (29 luglio – 4 agosto)”. Nel report si legge ancora: “Nel periodo 20 luglio – 2 agosto 2022, l’Rt medio calcolato sui casi sintomatici è stato pari a 0,81, in diminuzione rispetto alla settimana precedente. L’indice di trasmissibilità basato sui casi con ricovero ospedaliero è anch’esso in diminuzione e sotto la soglia epidemica: Rt=0.76 al 2 agosto contro Rt=0.82 al 26 luglio”.

Covid, migliora il quadro epidemiologico nelle regioni

Migliora il quadro epidemiologico Covid-19 delle regioni italiani. “Due Regioni e province autonome sono classificate a rischio moderato, mentre le restanti 19 Regioni e province autonome sono classificate a rischio basso. Sette Regioni riportano almeno una allerta di resilienza. Due Regioni riportano molteplici allerte di resilienza”, precisa il report.

Per continuare a leggere l'articolo sostienici oppure accedi

SUGERITI DA TABOOLA